lunedì 9 luglio 2018

Malfatti senza ricotta con sugo di melanzane e ricotta affumicata

Quest'anno nell'orto abbiamo piantatato biete e spinaci in quantità ed è impossibile non farli finire almeno una volta nell'impasto del malfatti.

I malfatti sono un tipo di pasta realizzato con erbette e ricotta tipiche della tradizione lombarda facili da preparare e buonissimi.  

Malfatti con sugo di melanzane

In Toscana sono chiamati gnudi e, invece che allungati, vengono preparati come fossero delle polpettine.

Prepararli richiede davvero poco tempo e il risultato è incredibilmente buono. I malfatti piacciono a tutti e, se avete a disposizione delle buone erbette sentirete il sapore delle verdure delicato, ma intenso, motivo per cui non servono condimenti troppo particolari.

Basta un semplice sugo di pomodoro o burro e salvia per esaltarli.  Potete scegliere anche un sugo di carne per un piatto unico completo e, se come me volete utilizzare tutti i prodotti dell'orto, potete optare per un profumato sugo con le melanzane per esempio. :)

Malfatti senza ricotta con sugo di melanzane

E' così che il primo piatto del mio pranzo in campagna ha preso forma rendendo il nostro pasto ancora più speciale. 

Malfatti senza ricotta con sugo di melanzane e ricotta affumicata


Ingredienti per 2 persone:
500 g di erbette o spinaci
80 g di parmigiano grattugiato
100 g circa di farina
2 uova
noce moscata
sale e pepe

Per il condimento:
una melanzana
400 g di pomodori
uno spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
sale

ricotta stagionata grattugiata, per completare

Procedimento: 
Lessate le erbette in poca acqua, poi scolatele e strizzatele accuratamente per eliminare più acqua possibile. 
Tagliate le erbette a coltello molto finemente, poi unitele in una terrina con il parmigiano, l'uovo, la farina, il sale, la noce moscata e una macinata di pepe. 
Impastate il tutto fino a ottenere un composto morbido, ma compatto. 
L'impasto rimane morbidissimo, ma fate attenzione a non aggiungere troppa farina perché altrimenti i malfatti diventeranno duri in cottura. 
Formate i malfatti dando una forma di gnocchetti allungati (come nella foto). Per dare la forma dovrete usare molta farina altrimenti l'impasto si appiccicherà alle mani o al piano. 

Preparate il condimento: tagliate la melanzana a cubetti e lasciatela riposare in uno scolapasta cosparsa di sale grosso in modo che perda la sua acqua. 
Lavate i pomodori, incideteli e sbollentateli in abbondante acqua per 5 minuti.
Una volta ammorbiditi, passateli con un passa verdure manuale. Con il frullatore otterrete un risultato molto più grezzo. 
Fate rosolare l'aglio nell'olio in un'ampia pentola. Unite i cubetti di melanzana e fateli colorire bene su tutti i lati.
Unite poi la salsa e lasciate cuocere a fuoco lento finché il pomodoro sarà ben cotto. Regolate di sale, e continuate la cottura. Se necessario man mano unite un po' di acqua per evitare che si asciughi troppo.
Un minuto prima di spegnere, aggiungete anche il basilico. 
Nel frattempo fate cuocere i malfatti in abbondante acqua salata. Vedrete che in pochi minuti saliranno in superficie. A questo punto scolateli con delicatezza servendovi di una schiumarola e tuffateli nel sugo. 
Servite i malfatti accompagnandoli con la ricotta stagionata grattugiata.  

Potete anche condire i malfatti anche con un sugo di pomodoro semplice oppure con burro fuso, salvia e parmigiano.

Pranzo dell'orto - Malfatti con sugo di melanzane

English Version - Malfatti (herbs or spinach fresh pasta) without ricotta with aubergine sauce and smoked ricotta

Ingredients: 
500 g of herbs or spinach
80 g of grated Parmesan cheese
100 g of flour
2 eggs
nutmeg
salt and pepper

For the seasoning:
an aubergine
400 g of tomatoes
a clove of garlic
extra virgin olive oil
salt

smoked ricotta grated, to complete

Direction: 
Boil the herbs in a little water, then drain and squeeze carefully to remove as much water as possible.
Cut the herbs very finely, then add them in a bowl with the Parmesan, egg, flour, salt, nutmeg and a ground pepper.
Knead everything until you get a soft, but compact.
The dough remains very soft, but be careful not to add too much flour because otherwise the malfatti will become hard during cooking.

Form the malfatti giving a form of elongated dumplings (as in the pictures). To give the form you will have to use a lot of flour otherwise the dough will stick to the hands or the floor.

Prepare the dressing: cut the aubergine into cubes and leave it to rest in a colander sprinkled with coarse salt so that it loses its water.
Wash the tomatoes, slice them and blanch them in plenty of water for 5 minutes.
Once softened, pass them with a manual vegetable sauce. With the blender you will get a much cruder result.

Brown the garlic in oil in a large pot. Add the eggplant cubes and let them color well on all sides.
Then add the tomato sauce and cook over low heat until the tomato is cooked. Season with salt, and continue cooking. If necessary, add a little water to prevent it from drying out too much.
One minute before turning off, add the basil.

Meanwhile cook the malfatti in plenty of salted water. You will see that in a few minutes they will rise to the surface. At this point, drain them gently using a skimmer and dip them in the sauce.
Serve the malfatti accompanying them with the grated ricotta.


You can also season malfatti with a simple tomato sauce or with melted butter, sage and parmesan.

2 commenti:

  1. Che dire, deve essere gustosissimo questo piatto, invoglia molto !

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails