lunedì 14 maggio 2018

In Alto Adige alla scoperta delle erbe spontanee (Parte 1)

Due weekend fa ho trascorso uno splendido weekend in Alto Adige in occasione di “Voglia di erbe”, una iniziativa dedicata alle erbe spontanee e aromatiche a cui vengono dedicate 2 settimane tra fine aprile e inizio maggio. 


Cascate di Barbiano, Alto Adige - Maggio 2018


Sapendo della mia passione per le erbe spontanee l’Alto Adige mi ha invitato a vivere un weekend immerso nella bellezza e nei sapori primaverili della regione. Non potevo che accettare l’invito, non immaginando che avrei vissuto un weekend semplicemente perfetto. 

È così che venerdì sera sono arrivata a Barbiano, nella Valle Isarco, e sono stata accolta da Bettina che è stata il mio angelo custode per tutto il weekend. 

L’hotel Rösslwirt che mi ha ospitato è stato completamente ristrutturato da appena un anno. Ha tutto il calore del legno e un design moderno, accogliente e perfetto per trascorrere anche solo qualche ora con gli amici per bere un caffè al bar o per mangiare uno degli ottimi gelati che il proprietario prepara con passione e cura. 

hotel Rösslwirt Alto Adige - Maggio 2018


È proprio nell’hotel in cui ho alloggiato che sono entrata nel vivo di “Voglia di Erbe” con una cena a base di erbe spontanee e aromatiche tutte assolutamente km 0 (e anche meno :D ).

Pasta tipica con ortiche - Alto Adige - Maggio 2018

Tra crema e pasta alle ortiche, risotto alle erbe con gelato al parmigiano, sella di vitello con panatura alle erbe e insalatina di campo e anche un gelato buonissimo alle erbe aromatiche la serata non poteva iniziare meglio. 
Il menù era buonissimo e mi ha fatto entrare nei sapori e nelle tradizioni locali. 
Bettina insieme ai proprietari del Rösslwirt mi hanno raccontato tutto del loro territorio e dei loro appuntamenti più importanti. 
È così che ora ho segnato in agenda un sacco di appuntamenti qui in zona, tra cui a ottobre la festa delle Prugne di Barbiano, ingrediente tipico e fondamentale di questo territorio e il Törggelen, il periodo dell’autunno in cui si beve vino nuovo accompagnandolo con le castagne e con i piatti della tradizione contadina. 
Le castagne hanno un significato davvero importante per questo territorio che ancora oggi lo ricordano come l’albero del pane. 

Se quindi siete rimasti esaltati dal menù del Rösslwirt, non temete: il menù viene aggiornato di mese in mese per offrire sempre prodotti di stagione, tipici e km 0 che sono sicura vi conquisteranno, così come hanno conquistato me. <3 


Il mattino seguente le erbe aromatiche ci attendevano al Panificio Rabanser, nel centro di Barbiano. È qui che Martin, 3° generazione del panificio, ci ha mostrato come preparare pane, e grissini richiamando la tradizione, ma sempre con tocco di originalità. 

Martin ci ha preparato i segalini alle erbe aromatiche e anche dei grissini morbidi con gli asparagi di Bolzano che poi avremmo scoperto a pranzo essere la fine del mondo! 

Segalini alle erbe vista montagne Alto Adige - Maggio 2018

Martin mette la sua creatività e tutta la sua passione nei pani che prepara e assaporandoli si sente tutto. 
Ha spirito d’iniziativa e voglia di crescere. È grazie a questo che potete acquistare il suo pane in molti supermercati di tutto l’Alto Adige e anche online, nel suo shop. 

Panificio Rabanser - Alto Adige - Maggio 2018


Il Panificio Rabanser è anche l’unico a poter vantare un forno a legna con vista: un giardino con un enorme forno che guarda sulla vallata e su tutte le montagne di fronte. Un panorama che non si può descrivere a parole e di cui tutta Barbiano gode.
Una volta cotto il pane, la signora Rabanser ci ha preparato il pranzo da portare in escursione con noi e così, con Bettina e Rosmarie, la nostra esperta guida, siamo partite verso le Cascate di Barbiano. 

Un percorso curato in ogni minimo dettaglio che consente di visitare le prime 2 di 8 cascate che crea il Rio Gander. 
In questo periodo dell’anno, dopo il disgelo della neve, le cascate hanno una potenza incredibile e ammirare gli 85 metri di acqua che scendono dalla cascata più alta è davvero impressionante. 
L’aria profuma di ossigeno tanto ne è carica, ammirate lo spettacolo e respirate a pieni polmoni. 

Proprio l’acqua di queste cascate che si nebulizza nell’aria liberando ossigeno (pensate che hanno ben 50.000 ioni di ossigeno contro i 5.000 del mare!) fa parte del percorso Kneipp che troverete per tutta la passeggiata.

Ma cosa vuol dire Kneipp? 
Kneipp era un parroco bavarese, medico naturopata, idrologo e fitoterapista che utilizzava le virtù terapeutiche dell’acqua e delle erbe per curarsi e rimanere in salute. 
Ed è proprio grazie all’acqua e alle erbe che è riuscito a curare la sua tubercolosi. 
La sua terapia si basa su 5 pilastri, fondamentali per la salute e il benessere: 
1. Acqua
2. Attività fisica
3. Corretta alimentazione
4. Fitoterapia
5. Vita ordinata

Sul percorso delle Cascate di Barbiano troverete indicati lungo il percorso alcune indicazioni per poter fare il vostro percorso Kneipp. 
Rosmarie, che durante la passeggiata ci ha spiegato man mano anche il potere delle erbe spontanee dandomi quindi le basi di fitoterapia, ci ha mostrato come seguire i diversi step del percorso: abbiamo camminato a piedi scalzi nel bosco, abbiamo fatto un pediluvio, abbiamo camminato in silenzio per ascoltare la natura, abbiamo respirato a pieni polmoni e abbiamo concluso con un bracciluvio per mandar via la stanchezza dopo la lunga passeggiata. 


Il percorso è stato così coinvolgente e rilassante che abbiamo deciso di continuare la passegiata fino a Trechiese, una frazione di Barbiano con una storia davvero unica e caratterizzata per la presenza di 3 chiesette costruite una attaccata all’altra.  

Trechiese Alto Adige - Maggio 2018


Una zona suggestiva e rilassante in cui potrete trovare anche acque termali. 
Se decidete di vivere qualche giorno lontano dai rumori cittadini e dalle auto Trechiese è il posto giusto per voi: potrete fermarvi a dormire al Bad Dreikirchen, un hotel del gruppo degli Idyllic places (e questo già dice tutto), raggiungibile solo in taxi o a piedi. 
Se poi volete una totale disintossicazione dallo stress cittadino, potrete andare ancora più in alto e arrivare all’hotel Briol, raggiungibile solo a piedi, in cui non troverete tv, elettricità, riscaldamento e non avrete il bagno in camera. Un luogo in cui vivere la natura appieno e disintossicarsi da tutto. 

Rosmarie Rabanser per tutto il viaggio ci ha raccontato storie meravigliose, leggende e tradizioni: una cultura infinita e una passione enorme e, se state organizzando una gita in Alto Adige cercate prima uno dei suoi libri per poter conoscere e scegliere il percorso più adatto a voi! 

Se invece volete vivere una esperienza con una guida esperta come lei e siete in procinto di partire, non perdete Alto Adige Balance e i tour guidati organizzati da Rosmarie. Con Balance troverete tante iniziative per ricaricarvi, prendervi cura di voi stessi e rilassarvi in mezzo alla natura.  

Alchemilla - Alto Adige - Maggio 2018


Per l’ultima tappa a Barbiano andiamo al Maso Oberpalwitter da Christine Lageder di cui ho sentito parlare già dal mio arrivo. 
Christine dedica la sua vita alla coltivazione di erbe aromatiche e officinali con cui realizza di tutto. 
È proprio con le sue erbe e con i suoi mix che il panificio Rabanser e l’hotel Rösslwirt preparano le loro specialità. 

Christine Lageder - Alto Adige - Maggio 2018
Christine usa le sue erbe in cucina per preparare i piatti per gli ospiti del suo agriturismo e organizza corsi, eventi e visite guidate negli orti per tutti coloro che desiderano saperne di più. 
Andando a cercare l’Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi potrete conoscere tutti i corsi, eventi e servizi organizzati da Christine, ma anche dalle tante contadine dell’Alto Adige. 

Dopo aver raccolto le erbe nel suo orto siamo andate in cucina e lì Christine ci ha preparato uno smoothie a base di erbe aromatiche utilissimo per il benessere di tutto l’organismo e poi mi ha mostrato come preparare degli strepitosi canederli alle ortiche che sono diventati la nostra cena, anche questi gustati guardando le montagne. <3 

Vista montagna Alto Adige - Maggio 2018

2 commenti:

  1. Sarà stata un'eesperienza meravigliosa e sicuramente avrai avuto la possibilità di imparare tanto sulle erbe spontanee! io le adoro, da poco mi sono messa a studiare un po' su come riconoscerle e quali sono adatte all'alimentazione :)

    RispondiElimina
  2. Posti fantastici, cucina squisita anche grazie proprio a queste erbe. Quante belle cose.

    Fabio

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails