sabato 29 ottobre 2016

European Barista Competition 2016: perché il caffè è una cosa seria

Il miglior caffè del 2016? 
Lo prepara Filipe Escodar Valle, arriva dalla Spagna e il suo caffè potete assaggiarlo nel suo bar parte della rete europea di Autogrill.




Filipe sarà l'Ambasciatore Europeo Autogrill Kimbo Espresso 2016, un rappresentante importante per le due aziende, Autogrill e Kimbo appunto, che ogni anno portano avanti questa competizione simbolo del loro impegno nella ricerca della qualità che passa anche attraverso l'attenzione alla formazione del personale. 


Autogrill, leader nei servizi di ristorazione per i viaggiatori,  e Kimbo, simbolo del caffè napoletano, hanno unito le loro forze per andare ad analizzare tutto il processo che porta il caffè nelle nostre tazzine e fare in modo che ciò che beviamo sia di qualità e risponda ai gusti di noi clienti. 

Ho avuto modo di conoscere da vicino il loro lavoro nello Spazio Fucina, un laboratorio di ricerca e sperimentazione all'interno della sede centrale di Autogrill. 
In questo spazio nascono idee, sapori, ricette e nuovi concetti gastronomici in base anche alle tendenze, alle evoluzioni tecnologiche in ambito gastronomico e in funzione dei gusti dei clienti di Autogrill. 

E' proprio in questo spazio (non si poteva scegliere luogo migliore!) che si è tenuta la terza European Barista Competition in cui i nove baristi arrivati in finale si sono sfidati a colpi di caffè e cappuccino.
Una gara europea che ha coinvolto Belgio, Francia, Germania, Spagna, Svizzera e Italia e i maggiori esperti in fatto di caffè! 
L'arduo compito di giudicare, infatti, è stato lasciato nelle mani di esperti appartenenti alla SCAE, Specialty Coffee Association of Europe, un'associazione che promuove la cultura del caffè.

I finalisti si sono sfidati su due grandi classici italiani, il caffè espresso e il cappuccino e poi su un coffee drink in cui i baristi hanno potuto dare libero sfogo alla fantasia! 


Mentre la gara era in corso, io e altri fortunati blogger abbiamo avuto modo di conoscere da vicino il caffè del viaggiatore, ovvero il caffè selezionato da Autogrill e Kimbo per rispondere ai gusti dei clienti. 
A raccontarcelo, ma soprattutto a farci vivere l'esperienza del caffè "così come deve essere" c'era Carmine Castellano che, oltre a farci godere di un ottimo espresso, ci ha trasmesso tutta la sua passione.



Non solo gustare, ma anche osservare e "ascoltare" il caffè: vi sembra assurdo? 
Decisamente non lo è e quando è un esperto appassionato come Carmine Castellano è più facile capire il meccanismo e imparare ad avvicinarsi a questo mondo che non si riduce solamente a quel liquido scuro che ci troviamo in tazza. 

Per farlo conoscere ancora più da vicino anche ai professionisti del caffè, Felice Escodar Valle andrà in viaggio in Brasile per visitare le piantagioni di caffè da cui Kimbo ricava la materia prima per realizzare le sue pregiate miscele. Ecco l'ambito premio dell'European Barista Competition 2016. 

venerdì 28 ottobre 2016

Zuppa di zucca e farro: calore di casa per il mio compleanno

E con oggi sono 32. Ma quanto corrono questi 30? 
Due anni da trentenne, in quell'età in cui sei e ti senti giovane, ma non abbastanza per esserlo considerato da un ventenne. Quell'età in cui iniziano a chiamarti "signora" e a darti del lei. Un'età che è una via di mezzo tra il sentirsi adolescente e la maturità adulta che in realtà è già arrivata. 
Questa età io la amo. E' l'età in cui ho preso coscienza di me stessa, di quello che sono e di quello che voglio essere. Ho preso consapevolezza del mio corpo e, per quanto una donna voglia sempre essere di più, non c'è più quel senso di inadeguatezza tipica dell'adolescenza. 

Zuppa di zucca e farro


mercoledì 26 ottobre 2016

Zucca arrosto al timo... e un ingrediente segreto

Ogni stagione ha un suo umore che riporta in tutto il suo essere. Nei colori della natura, nelle temperature, e anche nei suoi frutti.
La primavera ha i colori tenui delle primizie come il verde di fave e piselli, il rosso morbido delle fragole, l'estate ci delizia con i suoi colori intensi: rosso fuoco, giallo intenso, mille tonalità di verde. In autunno tutto si placa. Arriva il viola dei fichi e dell'uva; il rosso dei pomodori vira all'arancione della zucca; si ritrova il marrone delle castagne e tutte le sue tonalità dei funghi. 

Zucca alla griglia

L'autunno prende i colori della malinconia e della nostalgia della bella stagione, ma il suo sapore è quello di una calda e delicata coccola. 
Come la zucca dal gusto dolce e la consistenza vellutata. 

La ricetta di oggi è semplicissima e sfrutta al massimo le qualità della zucca. 
C'è solo un dettaglio aggiunto per contrastare la sua dolcezza e darle maggiore equilibrio.
In tanti non apprezzano la zucca proprio per questa caratteristica. La dolcezza che conferisce ai piatti può risultare stucchevole e poco adatta ai piatti salati. 
E' per questo motivo che amo darle un tocco di agro, come nella zucca alla grigliaall'origano o nella caponata.

Un trucchetto davvero semplice che farà amare la zucca proprio a tutti! 

Ingredienti per 2 persone:
un quarto di zucca
3-4 rametti di timo
olio extravergine di oliva
una spruzzata di aceto
sale e pepe

Procedimento: 
Lavate la zucca ed eliminate i semi interni. Tagliatela poi a fettine sottili, spesse circa 3-4 mm. 
Disponete le fette su una teglia coperta con carta forno e poi condite la zucca. 
Cospargete con le foglie del timo, sale e pepe. Completate poi con un giro di olio extravergine d'oliva e una spruzzata d'aceto. 
Infornate a 200 °C per circa 35-40 minuti, fino a quando le parti esterne della zucca diventano più croccanti.
Sfornate e servite accompagnando con quello che preferite! La zucca arrostita in questo modo è ottima con del formaggio grigliato come la provola o i tomini filanti.

Zucca alla griglia

English Version -  Roasted pumpkin with thyme
Ingredients: 
a quarter of a pumpkin
3-4 sprigs of thyme
extra virgin olive oil
a splash of vinegar
salt and pepper

Direction: 
Wash the pumpkin and remove the seeds. Then cut it into thin slices, about 3-4 mm thick.
Arrange the slices on a baking sheet covered with baking paper and then flavor the pumpkin.
Sprinkle with thyme leaves, salt and pepper. Then complete with extra virgin olive oil and a splash of vinegar.
Bake at 200 °C for about 35-40 minutes, until the edge of the pumpkin become crisper.

Remove from the oven and serve accompany with the one you prefer! Roasted pumpkin is great with grilled cheese like streamers provola or mozzarella.

lunedì 24 ottobre 2016

Parmigiana di mazze di tamburo

Mentre in Calabria continuano le grigliate all'aperto, qui in Lombardia abbiamo acceso il camino e le attività sono quelle tipiche autunnali. 
Raccogliamo castagne, qualche passeggiata nei boschi e qualche fortunato ritrovamento.

Mazze di tamburo

mercoledì 19 ottobre 2016

Galette di brisée con pere al vino

In campagna sugli alberi ancora sono tanti i frutti ancora sugli alberi. Passare di fianco ai frutteti vuol dire ammirare campi colorati di rosso, giallo e verde, mentre le foglie iniziano già ad assumere le diverse tonalità dell'autunno. 
Fermarsi a rubare una mela e assaporarla subito durante una passeggiata tra le colline è una delle gioie più belle. Non ci sarà mai frutto più buono di quello appena raccolto dall'albero!
Fresco, croccante, succoso. 
In questo panorama i meli fanno da padrone, ma non è raro incontrare qualche albero di pere ancora carico e anche qualche albero selvatico, di varietà antiche. 

Galette con pere al vino

venerdì 14 ottobre 2016

Ordine in cucina con Brother

Chi cucina molto sa che la gestione della cucina non è cosa facile. 
Cucinare vuol dire anche pulire tutto, avere mille accessori e dispense piene di cibo che scade, che si deteriora, che attira insetti. 
Cucinare non è una passione che si consuma nel mero atto del dar vita a un piatto, ma è un momento coinvolge molto di più: fare la spesa, pranzare, pulire tutto, acquistare gli oggetti giusti per i nostri scopi. 
Quindi per cucinare serve organizzazione e, quando ho fatto il mio anno di alberghiero, il prof ci diceva sempre: ordine e pulizia!


mercoledì 12 ottobre 2016

Peperoni in agrodolce con il Cook Expert Magimix

La cucina è fatta anche di aiuti pratici. Lo stufato senza pentola di ghisa, la tartare senza un coltello affilatissimo, il pan di spagna senza il setaccio per la farina... e per una zuppa di legumi per pranzo, uno spezzatino per cena o un purè cremoso per i bambini senza avere il tempo per grattarsi la testa? 
Per quello serve uno chef in casa oppure un alleato robotico in cucina. 
Ed è proprio dei miei primi esperimenti con il Cook Expert di Magimix che vi parlo oggi: ovvero di quella volta che ho preparato una zuppa di fagioli lavorando serenamente ad altro (e senza bruciare tutto) mentre lui cucinava per me. 

Peperoni in agrodolce

lunedì 10 ottobre 2016

Food Zurich: dove il cibo di tutto il mondo si incontra - Crema rumena di melanzane e maionese

Food Zurich si è concluso dopo 10 giorni di convivialità e buona cucina proveniente da ogni parte del mondo.
Una festa che ha caratterizzato al meglio quello che Zurigo è: un crogiolo di tradizioni, apertura verso le altre culture, una città dal cuore pulsante e cosmopolita. 

Crema di melanzane e maionese

venerdì 7 ottobre 2016

Moscardini e zucchine in umido

Aggrapparsi alle verdure estive fino all'ultima zucchina. Fatto! 
Nella mia cucina continuano a esserci pomodori, melanzane e peperoni recuperati dall'ortolano di campagna che vende solo in bella stagione.
Lì vigono ancora i ritmi della natura e il negozio è già chiuso in attesa dei prossimi frutti di tarda primavera. 

Moscardini in umido con le zucchine

giovedì 6 ottobre 2016

Trieste, Barcolana e Barcolana Chef: dove mare, vento e alta cucina si incontrano

Senti il vento, segui le onde, libera la mente e lasciati cullare dal mare. Sembrano attimi irreali e parole sognanti, ma è questo quello che accade quando sali su una barca a vela e ti metti al comando. 
E io ho avuto il piacere di provarlo, di salire a bordo e godermi appieno il Golfo di Trieste. Il mare calmo e il giusto vento hanno fatto il resto.


mercoledì 5 ottobre 2016

Giordano Vini Blog Tour: tutto sul Tartufo Bianco di Alba

Il 29 settembre mi sono svegliata nella mia deliziosa stanza all’Hotel Ca’ del lupo e, aperta la tenda pochi minuti dopo il suono della sveglia, mi sono trovata davanti agli occhi un’alba timida e meravigliosa a illuminare tutte le Langhe.

Blog tour Giordano Vini

lunedì 3 ottobre 2016

Cestini di robioline al forno alle erbe aromatiche e miele per la #GiordanoSocialDinner

Quando un blogger riceve un invito per un blog tour sa già che verrà trattato bene, che vedrà il meglio di un territorio, che farà esperienze nuove e spesso diverse dal solito. 
Quello che non sa è se troverà gentilezza forzata o naturale, se l'unico pensiero sarà quello di rimpinzarla per far assaggiare quanto sono buoni i prodotti dell'azienda, se si coglierà solo il lato professionale perdendo l'importanza del lato umano. 
Di solito, questi 3 elementi si muovono insieme e, quando capita di incontrarli, il tour si risolve in un post striminzito sull'accaduto e poi tanti saluti e baci.

Blog tour Giordano Vini

Related Posts with Thumbnails