lunedì 8 giugno 2015

#Zurigusto: cucina tipica e treccia al burro

Da queste parti si è parlato di cucina internazionale, di shopping e di merenda, ma se volessi andare a mangiare dei piatti tipici zurighesi dove dovresti andare?
Oggi finalmente rispondo a questa domanda, una delle prime fondamentali a cui si pensa quando si organizza un viaggio all'estero.

Treccia al burro

1. Alpenrose, in Fabrikstrasse 12, mi è stato consigliato, ma purtroppo non sono riuscita a testarlo personalmente. 
Lo propongo a voi per come mi è stato presentato: un ristorante di cucina svizzera tipica, ma con una buona dose di creatività. Una cucina tradizionale, ma al di fuori dei soliti cliché!   

2.  Zunfthaus zur Waag attrae già dall'esterno. Zurigo è piena di "Case delle corporazioni", Zunfthaus appunto, trasformate poi in ristoranti. Questa, che nel 1336 apparteneva alla corporazione dei tessitori di lana e dei cappellai, oggi è sicuramente uno dei ristoranti più famosi della città.
La cucina è quella tipica, l'ambiente è estremamente elegante e raffinato. I costi non sono proprio alla mano, ma vi assicuro che vale la pena una sosta, magari per un ottimo spezzatino alla zurighese.
Provato 4 anni fa, spero di avere ancora l'occasione per ritornarci.

4. Viadukt Restaurant è una ottima soluzione per un pranzo  gustoso a prezzi non troppo esagerati durante una giornata di shopping in Zurich West. Nel ristorante del viadotto troverete un menù vario e internazionale, ma non mancano anche i capisaldi della cucina tradizionale. Assaggiate la tartare di manzo, diffusa in ogni ristorante o i bratwurst con gli spätzle.

5. Zeughauskeller, sulla Bahnhofstrasse, era nella lista dei ristoranti da provare, peccato che una partenza improvvisa mi abbia impedito di testarlo. Elisa e Luca però possono fornirvi un racconto dettagliato :-)
Qui è possibile gustare praticamente solo piatti della tradizione, l'immancabile spezzatino alla zurighese e poi la suggestiva "Spada del sindaco", una vera a propria spada su cui vengono avvolte fettine di carne e pancetta: altamente scenografica oltre che gustosa! 
Non mancano poi spiedini di salsicce alla griglia, rosti e la cotolettona ereditata dalla vicina Austria.
  
6. Alt Zuri, sulla  Schöffelgasse 1 è uno dei ristoranti più antichi della città con una storia di quasi 200 anni. L'Alt Zuri è una osteria in cui è possibile trovare i piatti tipici di tutto il cantone oltre che una buona selezione di vini di zona. 

7. Zum Kropf, sulla Gassen, è un ristorante popolare, con prezzi nella media e una atmosfera semplice e cordiale. La cucina è semplice e principalmente di carne. Potrete gustare salsicce, arrosti, insalate e bolliti, tutto in perfetto stile zurighese. 

Infine, se cercate posti in cui mangiare senza spendere troppo, l'ufficio turistico fornisce un praticissimo opuscolo, il Preitswert essen (Mangiare a poco prezzo), che può essere un ottimo alleato in una città con i prezzi di Zurigo! 

Parlando di piatti tipici non potevo che tornare con un'altra ricetta della tradizione svizzera: la mia adorata treccia al burro.
Se non avete mai avuto il piacere di assaggiarla, è ora di recuperare.  Per me è al limite della dipendenza: mettetene una a mia disposizione e la vedrete sparire sotto i vostri occhi fino all'ultima, soffice, briciola.
La treccia al burro fa parte della tradizione ticinese, ma è diffusa e apprezzata in tutta la nazione (e anche fuori). 
Se andate a Zurigo, non perdetevi questo pane! Approfittate della colazione in hotel per spalmarla di marmellata o per assaporarla insieme agli insaccati e ai formaggi tipici.
Per la ricetta ho seguito le indicazioni di Miele & Ricotta, dove trovate anche una immagine utilissima che guida nella realizzazione della treccia. 
Il risultato è una treccia soffice e leggera, con una superficie dal perfetto color nocciola.
La mia ha lievitato un po' troppo causa caldo infernale e troppa distrazione da parte mia, ma la consistenza e il sapore sono a dir poco fantastici! 

Treccia al burro o Zopf

Ingredienti per una treccia da 650 g:
350-380 g di farina 0 e manitoba insieme
10 g lievito fresco
un cucchiaino di zucchero
250 ml di latte
35 g di burro
5 g sale
un uovo

Procedimento:  
In una ciotola o direttamente nell'impastatrice versate una parte di farina setacciata. Fate sciogliere il lievito e lo zucchero nel latte appena tiepido e unitelo alla farina. Mescolate rapidamente con una forchetta fino a ottenere una pastella grumosa e lasciate riposare per circa 15 minuti. 
Trascorso questo tempo unite il burro ammorbidito tagliato a pezzetti, poca farina e iniziate a impastare. 
Dopo qualche minuto unite il sale e ancora un po' di farina, tendendone da parte 2-3 cucchiai. 
Continuate a lavorare finché avrete un impasto liscio ed elastico. Regolatevi con l'assorbimento della farina e aggiungetene finché avrete un impasto morbido, ma compatto. 
Formate una palla, ponete in un contenitore e lasciate lievitare fino al raddoppio. 
Quando pronto, riprendete il tutto e dividete in due parti. Formate con ognuno due cordoni lunghi circa 70 cm.
Intrecciate i 2 cordoni come mostrato nel video di seguito e una volta terminato, rovesciate le estremità sotto la treccia per fermarle.


Più l'intreccio sarà stretto, più la treccia avrà un aspetto gonfio e bello. 
Disponete la treccia su una teglia coperta di carta forno. Sbattete l'uovo con qualche cucchiaio di latte e spennellate con delicatezza.

Lasciate lievitare nuovamente fino al raddoppio, poi spennellate ancora e infornate a 180 °C per circa 40 minuti circa. 
Prima di sfornare bussate sul fondo della treccia, se farà un suono vuoto la treccia è pronta, altrimenti avrà bisogno di ulteriore cottura. 
Quando pronta lasciatela raffreddare su una gratella prima di consumare.

English Version -  Braided butter bread 
Ingredients: 
350-380 g of flour 0 and Manitoba together
10 g fresh yeast
a teaspoon of sugar
250 ml of milk
35 g of butter
5 g salt

an egg

Direction: 
In a bowl or directly into the mixer put a portion of flour. Dissolve the yeast and sugar in the lukewarm milk and add to the flour. Mix quickly with a fork until a lumpy batter and let stand for about 15 minutes.
After this time, add the softened butter cut into small pieces, a little flour and start kneading.
After a few minutes add the salt and a little 'flour, setting aside 2-3 tablespoons.
Keep working until you have a smooth and elastic dough. Regulate with the absorption of flour and add other until you have a soft dough, but compact.
Form a ball, place in a container and let rise until doubled.
When ready, take the dough and divide into two parts. Forme two ropes each about 70 cm long.
Intertwine the 2 cords and when finished, overturned the ends under the braid to stop them.
More the twist will be tighter, the braid will look swollen and beautiful.
Place the braid on a baking sheet covered with baking paper. Beat the egg with a tablespoon of milk and brush gently.
Let rise again until doubled, then brush again and bake at 180 ° C for about 40 minutes.
Before turning out knock on the bottom of the braid, it makes a hollow sound when the braid is ready, otherwise it will need further cooking.

When ready let cool on a wire rack before serving.

7 commenti:

  1. Chi sa quanto è morbida e buona per la colazione spalmata con della confettura di frutta o con crema alle nocciole !!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Tery! Questa ricetta è fantastica!!! Se ti va perchè non partecipi al mio nuovo contest? Puoi aderire con ricette etniche, vegetariane o lievitati, come questa bellissima treccia! In palio ci sono regali magnifici, interamente realizzati a mano dalla mia amica Eleonora (ERCreazioni). Ti lascio il link così dai un'occhiata:
    http://www.kucinadikiara.it/2015/06/crezioni-in-kucina.html
    Un abbraccio e buona serata!
    Chiara

    RispondiElimina
  3. Ottime indicazioni e questo pane è da sogno, il tutorial utilissimo :-)

    RispondiElimina
  4. Grazie per i consigli! Ormai Zurigo non ha più segreti per noi :-D
    E che ricettina strepitosa, ne immagino il profumo e la consistenza.

    Fabio

    RispondiElimina
  5. a parte che è davvero bella questa treccia.. immagino soffice e buona, ma sopratuttto grazie per ricetta e dritte varie! brava

    RispondiElimina
  6. ah! menomale, l'hai fatta!! solo che le dosi son diverse, forse le hai cambiate a causa della farina diversa? brava pero' e foto molto carina!!

    RispondiElimina
  7. Grazie per tutti questi consigli sul dove andare, è una zona che non ho mai esplorato ma effettivamente è da qualche tempo che mi incuriosisce... e compimenti per questa treccia! Deve essere deliziosa...
    p.s. sono nuova qui, mi sono appena iscritta, se vuoi vedere cosa faccio io mi trovi qui: L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails