giovedì 25 giugno 2015

Neff a Tuscania: 2 giorni tra gusto e tecnologia

Ricordo ancora il giorno in cui con mia suocera andai alla presentazione di un libro in uno showroom Neff. E' stato amore. 
Questo è il motivo per cui ho accettato con smisurato entusiasmo l'invito a Tuscania alla Boscolo Etoile Academy per vivere 2 giorni insieme a Neff, alla scoperta dei suoi forni. 
Non so voi, ma nei miei sogni di cucina perfetta, il forno con caratteristiche uniche e super-mega-galattiche è nei primissimi posti della whislist.
Detto questo passo ai fatti.



Sono stati 2 giorni all'insegna della buona cucina, della simpatia e anche di Tesla "studio", per capire cosa rende un forno di qualità, quali specifiche guardare e come sceglierli.
Senza entrare troppo nel dettaglio, basta dire che ogni oggetto che noi utilizziamo, forno compreso, dovrebbe essere studiato per le persone, per semplificargli la vita nei problemi di ogni giorno.
Questo è il messaggio fondamentale e primo che passa di Neff: "La cucina ispira le persone. Le persone sono la nostra ispirazione".
Una comunicazione nuova pensata per persone normali (e anche un po' anormali come le blogger :-) ) che hanno la passione per la cucina e sono attenti alla qualità sia degli ingredienti che nelle tecniche e nei metodi di cottura.
Insomma, Neff si rivolge a chi, come me, ama circodarsi di caccavelle di qualità: dalle pentole di ghisa per gli stufati, ai coltelli super professional per tagli perfetti, al forno, fondamentale per la perfetta cottura delle pietanze.
Dalla passione siamo passati anche ai fatti.
Cos'ha Neff di speciale?
Tante piccole caratteristiche che la rendono unica.
1. Circo Therm: l'aria che entra nel forno viene scaldata prima di essere immessa internamente e arrivare ai cibi. Questo evita sbalzi di temperature che possano intaccare la perfetta cottura. Inoltre l'aria circola in tutto il forno, evitando la classica situazione: cibo cotto e bruciacchiato davanti alla ventola, cibo crudo sul davanti. Inoltre con il Circo Therm si possono cucinare più pietanze contemporaneamente senza problemi di calore disomogeneo.
2. Forno misto tradizionale-vapore: questo forno ti lascia la possibilità di immettere vapore secondo le esigenze. Perfetto per arrosti succulenti o per lievitati dalla crosta perfetta. E se proprio volete cuocere a vapore anche nel forno tradizionale, allora è possibile acquistare la teglia pensata ad hoc.
3. Forno a vapore: oltre alla funzioni tradizionali, il forno a vapore consente di cucinare in modo sano e anche in quantità maggiori rispetto alla vaporiera.
4. Pirolisi: non so voi, ma io ODIO pulire il forno. La pirolisi è il mio sogno. Fai andare in notturna, ti svegli e con una passata di panno sul fondo il forno è pulito. Amore, profondo amore.
5. Sportello a scomparsa: vuoi mettere controllare le pietanze da vicino piuttosto che fare i numeri intorno all'ingombrante sportello!?!

Qui mi fermo, potrei andare oltre, ma poi sarebbe troppo farsi-del-male.
Dopo la spiegazione e le domande trabocchetto poste da noi blogger è arrivato anche il momento di metterci faccia a faccia con i forni e divertirci in cucina.
Un set di ingredienti tra cui scegliere, la cucina super attrezzata della Boscolo Etoile Academy, un tempo massimo e una giuria d'eccezione.
Una sfida e un gioco per farci avere per un giorno la cucina dei sogni sotto mano.

In 2 giorni abbiamo mangiato (tanto) bene, ci siamo fatti coccolare, ci siamo divertiti con e senza forni e abbiamo scattato un sacco di selfie. I ricordi più belli.


Parlando di cucina vi ricordo che c'è tempo fino al 16 luglio per partecipare al contest Scavolini e vincere la tua Cucina da sogno (Magari con forno Neff annesso :D )!




1 commento:

Related Posts with Thumbnails