lunedì 29 dicembre 2014

La pizzaiola e i sapori di casa

Ci sono piatti che hanno il sapore di casa. Quelli che mangi sentendo una sorta di calore dentro, con la piena soddisfazione per la gola e un senso di appartenenza nel cuore. 
La pizzaiola è un piatto di cui pochi parlano. E' una ricetta data per scontato, poco apprezzata e a volte dimenticata. Per me invece è un piatto importante. 
E' anche uno di quei piatti che spesso mi fa ammattire: "Non ci siamo, ancora non è come quello della mamma ", "a me sì, al mio compagno no", "il taglio perfetto di carne dove lo trovo?"  Difficile in quel di Milano. 
E poi invece è bastato un palo nel posto sbagliato per eliminare almeno uno dei quesiti: trovare la macelleria giusta. 

Pizzaiola

sabato 27 dicembre 2014

L'essenziale per Le Strade della Mozzarella

La ricerca dell'essenzialità. 
La richiesta de Le Strade della Mozzarella di quest'anno non era affatto facile, né tanto meno scontata. 
Ci ho messo un po' a definire la ricetta e ancora di più a trovare un filo conduttore al tutto.

Mezzi paccheri x Le Strade della mozzarella

lunedì 22 dicembre 2014

Pain aux raisins

La settimana di Natale è iniziata e io ho solo voglia di pensare al relax di Natale, a qualche ora davanti al camino e ai risvegli dolci e lenti delle feste.

Pain aux raisins

venerdì 19 dicembre 2014

#LoveBakery: Muffin al vino cotto e noci

Torna puntuale l'appuntamento con Love Bakery, questa volta con una rivisitazione che sa di Natale.
"Muffin con noci pecan e sciroppo d'acero" diceva la ricetta originale.
Ma è quasi Natale, si ha voglia di dolci caldi, rassicuranti e dai sapori di casa.

Muffin alle noci e vino cotto

lunedì 15 dicembre 2014

Ravioloni ai funghi fritti e Ficotto per A me Piace Ficotto

Sembra ieri la prima volta in cui mi parlavano del miele di fichi, preparazione tipica del Sud Italia davvero unica nel suo genere. 
Mi aveva colpito così tanto che alla prima occasione mi sono messa in cucina per realizzarla. (Forse l'unica in cui lo preparerò visto l'impegno necessario!)

E' così che quando ho ricevuto l'invito a partecipare al contest A me piace Ficotto, non ho potuto dire di no. Troppo unico, troppo speciale e, inoltre, preparazione tipica del Sud Italia, uno dei sapori di casa mia. 

Ravioli ai funghi fritti e Ficotto

Non è stato facile focalizzarsi su una ricetta che lo valorizzasse. In Calabria viene comunemente usato come accompagnamento ai formaggi stagionati, ma nessuno è solito usarlo in lunghe preparazioni.  
Mi piaceva l'idea di utilizzarlo comunque in purezza e non come ingrediente di una preparazione. E' così che sono arrivata ai ravioli fritti, un antipasto sfizioso, ma che da solo non riesce a realizzarsi completamente. 
Il ficotto lo rende un antipasto perfetto, arricchisce i ravioli, li rende equilibrati e con quel quid in più che li fa diventare perfetti anche per le vicine festività natalizie. 


Ravioli ai funghi fritti e Ficotto

Con questa ricetta partecipo al concorso “A me piace Ficotto” organizzato dall’Azienda Terravecchia e dall’Unione Regionale Cuochi Lucani  in collaborazione  con la bravissima Teresa di Scatti Golosi.



E se volete conoscere gli altri prodotti dell'azienda Terravecchia, trovate tutto qui.

Ingredienti per 4 persone:
100 gr di semola di grano duro
1 uovo grande
50 gr di funghi porcini secchi
100 gr di ricotta
50 gr di parmigiano grattugiato
un cucchiaino di prezzemolo tritato
pangrattato qb
sale e pepe
olio evo
uno spicchio d'aglio
olio per friggere
Ficotto per servire

Procedimento: 
Per la pasta: 
Impastare tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciatelo riposare per almeno 30 minuti coperto da pellicola e, trascorso questo tempo, stendete in una sfoglia sottile. 

Per il ripieno: 
mettete a bagno i funghi per almeno mezz'ora, poi scolateli e fateli rosolare in padella con uno spicchio d'aglio e un filo d'olio. Continuate fino a far asciugare l'acqua in eccesso. 
Tritate finemente i funghi con la mezzaluna o un coltello ben affilato e uniteli alla ricotta, parmigiano, prezzemolo e pepe. Se necessario regolate di sale e unite del pangrattato per asciugare l'umidità in eccesso. Amalgamate bene il tutto.
Versate il ripieno in una sac-a-poché e disponete il ripieno (all'incirca una noce) sulla sfoglia, lasciando il dovuto spazio per la formatura del raviolo. 
Bagnate intorno al ripieno con un pennello da cucina inumidito con un po' di acqua.  
Ricoprite con un'altra sfoglia, fate uscire l'aria in eccesso e fate aderire la sfoglia intorno al ripieno. Formate i ravioloni ritagliando con uno stampino della forma desiderata.
Disponete la pasta su un piano infarinato ben distanziati fino a cottura. 
Al momento di friggere scaldate olio fondo in un pentolino e fateli friggere in olio bollente fino alla doratura. Ci vorranno pochissimi secondi. 
Asciugate con carta assorbente e servite accompagnando con il miele di fichi (ovvero il Ficotto :-) ).
Mi raccomando, non siate parchi! 


English Version -  Fried ravioli with mushrooms and Ficotto
Ingredients: 
100 grams of durum wheat
1 large egg
50 grams of dried porcini mushrooms
100 g cheese
50 grams of grated Parmesan cheese
a teaspoon of chopped parsley
breadcrumbs to taste
salt and pepper
extra virgin olive oil
a clove of garlic
oil for frying

fig honey to serve

Direction: 
For the dough:
Mix all ingredients until dough is smooth and homogeneous. Let stand for 30 minutes covered with foil and, after this time, roll out into a thin sheet.


For the filling:

Soak the mushrooms for at least half an hour, then drain and brown them in a pan with a clove of garlic and a little olive oil. Continue until the dry excess water.
Finely chop the mushrooms with a sharp knife and add them to the ricotta cheese, Parmesan cheese, parsley and pepper. If necessary, adjust salt and add the breadcrumbs to dry the excess moisture. Mix well.
Pour the filling into a sac-a-poché and place the filling (about a walnut) on the pastry, leaving the necessary space for the forming of the ravioli.
Wet around the filling with a pastry brush moistened with a little 'of water.
Cover with another sheet, take out the excess air and then join the dough around the filling. Formed by cutting out the ravioli with a stencil of the desired shape.
Place the dough on a floured surface until cooked well spaced.
When frying, heat oil in a pan and fry the bottom fry in hot oil until golden. It will take a few seconds.

Dry with paper towels and serve with honey figs (the Ficotto:-)).

martedì 9 dicembre 2014

Zuppa di cannellini, provola e cipolle alla brace

Quando ero bambina trascorrevo i pomeriggi giocando all'aria aperta con mio fratello. 
Spesso, muniti di un coltellino e di qualche sacchetto di plastica, andavamo sulle colline accanto a casa a raccogliere le cicorie selvatiche di cui quelle terre erano sempre ricche.

Zuppa di fagioli con provola e cipolle arrosto

venerdì 5 dicembre 2014

#LoveBakery: la Apple Pie

Da piccola leggevo 2 fumetti: Topolino e la sua versione femminile "Minnie" pubblicata per la prima volta nel giugno 1993,qu ando io andavo alle scuole elementari e avevo solo 8 anni.
Ho acquistato tutti i primi 40 numeri, poi - diventando più grandicella - l'entusiasmo è sceso fino a smettere completamente di acquistarlo. 
Tra tutti i fumetti letti ce n'era uno che amavo particolarmente. Lo leggevo e rileggevo, senza mai stancarmi. La carta del giornaletto era sempre più consunta e questo rendeva quel numero ancora più affascinante. 

Apple Pie

Related Posts with Thumbnails