mercoledì 19 novembre 2014

Vendemmiamo a Crotone. Un blog tour a casa mia

Sono passati 2 mesi. Un sacco di tempo prima di riuscire a mettere i pensieri nero su bianco. 
Quando Piero mi ha chiesto "Organizziamo un blog tour?" non potevo immaginare quanto questo potesse regalarmi.



Per una volta ero dalla parte dell'organizzazione, ma con un piede nelle scarpe della blogger. 
Ho partecipato a tanti press tour, in luoghi stupendi, con persone magnifiche ed esperienze uniche, ma qui ero a casa, con la forza e la vulnerabilità che questo può dare. 
Come ogni blog tour dedicato all'enogastronomia non poteva che esserci il cibo tra i protagonisti, tanto cibo. Poi i luoghi bellissimi da cui questo cibo nasce, esperienze uniche, e soprattutto tanto altro. 
Risate, confidenze, calore, emozioni, affetto. 
Non era mai successo in un blog tour che 10 semi-sconosciuti diventassero una famiglia per 48 ore. 

Da dove è venuto fuori tutto questo? Come è possibile?

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia

E' successo che la spontaneità contagiante di Piero, l'entusiasmo di chi lo segue e l'amore per il territorio abbia fatto sentire a casa anche chi la Calabria la vedeva per la prima volta e ancora di più me che a casa c'ero già. 



La mia Calabria è bella, è ricca, è viva, nonostante i tanti controsensi che la caratterizzano. 
La mia Calabria sa dare, sa avvolgere e coinvolgere. Sa come farsi amare e, per questo, anche come scatenare rabbia e cordoglio per tutto ciò che potrebbe ancora essere. 
Non sto qui a raccontarvi i dettagli di tutto il tour, a raccontarvi di tutta la storia che c'è tra le vie dei paesi, dell'elenco dei produttori e dei prodotti, di quanto bene abbiamo mangiato e bevuto e delle specialità della mia terra.

Qui vi racconto solo di quanto un'alba su un trattore, con le persone giuste, possa essere magnifica.

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia

Di quanto una tarantella può essere fondamentale per unire. Di quanto i sorrisi, la spontaneità, l'apertura all'altro, l'essere testardi e casinisti, possano servire per far conoscere un territorio nel miglior modo possibile.
Abbiamo vissuto delle cose semplici e belle - le più belle - della vita.

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia

Ci sono cose che mi porterò dietro a lungo e un giorno racconterò ai miei nipotini di come è bello pigiare l'uva con i piedi. Della sensazione di avere i piedi in qualcosa di morbido, fluido e tiepido, ancor più bello se fatto con un'altra persona.  Racconterò di quella volta in cui ho fatto la vendemmia ridendo e cantando, accompagnata da due cantastorie che a suon di  chitarra rallegravano la vigna.

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia
Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia
Racconterò di quel cagnolino che ci seguiva per i campi, mentre con il trattore andavamo - con gli occhi assonnati e un'energia che non sapevamo da dove ci arrivasse - verso il promontorio sul mare a vedere l'alba, lì dove ci attendeva un panorama splendido e una colazione a pane e marmellata accolta dai sorrisi accoglienti di Martino e Franco.

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia
Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia

Gli mostrerò le foto degli agnellini appena nati e dell'amore con cui il sig. Spina li curava prima di produrre i suoi pecorini.

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia

Non ci sono stati ristoranti stellati o chef blasonati, non c'è stata formalità o il desiderio di mostrare le cose "grandi", c'è stata quella parte di Calabria vera che punta su ciò che è, sulla bellezza della semplicità, delle tradizioni e dei sapori di casa. E ha dato molto di più.

Un grazie enorme a tutti i miei compagni di viaggio, Anna Luisa e Fabio, Annarita, Aurelia, Daniela, Giulia, Elena, Giusy, Laura, Maria, Maria Grazia e Ciro, Marisa e Nunzia.

Grazie al Gal Kroton e a tutti i produttori che ci hanno accolto. Al Lido Saint Thomas per il pranzo sulla spiaggia e Gian Franco Blandino per averci accompagnato ovunque.

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia

Grazie soprattutto a Piero per averci accolto, aperto ogni porta della sua Fattoria e averci fatto sentire a casa.
Grazie per averci regalato momenti che porteremo nel cuore a lungo, per averci fatto vivere esperienze uniche, per averci regalato attimi di serenità e divertimento e per averci nutrito, non solo di cibo.
Non vedo l'ora di tornare a Crotone, per venire a trovarti ancora!

Vendemmiamo a Crotone - Blogtour a casa mia

3 commenti:

  1. Due mesi,da quando abbiamo formato la "nostra" famiglia! Due mesi,da quando ho visto gli occhi tuoi e di Piero,ma anche di Martino, illuminarsi mentre ci raccontavate della Vostra terra, che é diventata anche un po' nostra...due mesi che continuo a cantocchiare, la palumbedda russa... E tra pochi mesi, voglio riprendete un aereo e tornare la! Grazie mille Teresa, grazie mille a tutti
    Aurelia

    RispondiElimina
  2. Sono state giornate eccezionali, perché siamo stati circondati da persone semplici e genuine, come semplici e genuini i prodotti e la cucina che abbiamo potuto assaporare.
    E questo ha reso tutto speciale. Dall'alba col trattore alla bottiglia di spumante sulla spiaggia alle 3 di notte, alla tarantella, alla palummeddra rossa e a tutti i bei momenti che porteremo sempre nel nostro cuore.
    E la speranza è di poter rivedere tutti appena sarà possibile.
    Un grazie enorme a te e a chi ha reso possibile tutto ciò.
    Con la consapevolezza che, come dici tu, è difficile che si crei un'alchimia così.

    Fabio

    RispondiElimina
  3. Wow ma che meraviglia!!! che bellissime foto e che avventura! sono senza parole!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails