mercoledì 26 febbraio 2014

Parmigiano Reggiano Academy: Livello 3. Gli abbinamenti.

Dopo il corso di base e il livello intermedio.... finalmente siamo arrivati all'ultimo livello!
La Parmigiano Reggiano Academy apre oggi il 3° corso per imparare a riconoscere e gustare al meglio il formaggio nazionale per eccellenza, quello che non può mai mancare nelle nostre case. 

Il primo livello ci ha consentito di imparare a conoscere la struttura caratteristica del Parmigiano a seconda delle stagionature.
Nel secondo livello abbiamo imparato ad analizzare gli aspetti sensoriali: odori, sapori e aromi. 

E ora tocca alla fase 3, quella che ci consentirà di imparare ad abbinare il Parmigiano, a seconda della sua stagionatura, ai giusti piatti. 
Per me la fase più interessante: scelgo sempre la stagionatura di 24-30 mesi perché più saporito, per me il massimo, ma non avrei mai pensato di scegliere il grado di stagionatura in funzione dei piatti da preparare. Riflettendoci, sembra abbastanza scontato, ma in quanti si muovono davvero nel modo corretto? 

Non resta quindi che mettersi a studiare.




martedì 25 febbraio 2014

Un'altra torta pere e cioccolato

Dopo aver scattato le foto, una pera rotola giù, cade per terra e Jab rimane a guardarci con la sua classica espressione da "Posso prenderla?".
Parte un "vai", Jab la prende e inizia a rosicchiarla per il picciolo. Il mio lui si avvicina e la gira per il verso giusto, così Jab può addentare la parte succosa e scoprire quanto è buono il gusto di quel frutto dalla forma strana. 

Torta pere e cioccolato

giovedì 20 febbraio 2014

Torta rovesciata alle pesche sciroppate

Quando ero bambina in giardino avevamo un albero di pesche. 
Se andava bene, produceva due pesche l'anno e io seguivo mia madre in giardino per controllare che crescessero bene e il vento non le facesse cadere dall'albero. 
Poi, dopo qualche mese di attenta osservazione, finalmente arrivava il momento di raccoglierle e gustarle, spesso direttamente sotto l'albero. 

Rovesciata alle pesche sciroppate

mercoledì 19 febbraio 2014

Noi: Lui, Jab, io.

Padrona è un termine che non mi piace affatto. 
Troppo riduttivo per un rapporto che non si basa sul mero possesso. 
Ci siamo scelti quel giorno in cui lui e io, siamo venuti a scegliere te. Tu sei sbucato fuori per primo e da lì, abbiamo capito che saresti stato il nostro compagno di vita.



lunedì 17 febbraio 2014

#ItalianHolidays: la Val di Taro + Polpette di Baccalà

Se penso alla casa dei miei sogni la vorrei esattamente così, come Le Colline della Luna
Un solo piano, tante grandi finestre, un parquet fatto di vecchie travi, una grande cucina e prati sterminati intorno. Il paesaggio in lontananza di sola natura e poi, il mare.
Solo il mare manca in questo angolo di paradiso che il mio compagno, Jab e io abbiamo scoperto per caso in una domenica di novembre.

Polpette di baccalà

mercoledì 12 febbraio 2014

Pollo al vino al microonde: come avere la cena con un impegno di 5 minuti

Sopravvivenza. Nell'ultimo periodo il cibo è mera sopravvivenza. 
Le giornate in #casapep sono scandite da alcune semplici regole: ci si guarda e ci si parla solo durante i pasti della durata di 10 minuti. 
Si comunica anche per sapere chi può portare fuori Jab e stop. 
Il resto è dedicato a vari e svariati impegni che occupano le giornate e la mente. 
Non nego che in tavola abbiamo avuto tutte quelle cose per cui normalmente potrei rabbrividire: pizze congelate di ogni tipo, cotechino, paste in bianco e pure un risotto pronto. Al che ho avuto un attimo di ribrezzo di me stessa e ho cercato di riempire il frigorifero di qualcosa che fosse facile da preparare ma anche sano e buono

Pollo al vino al microonde

venerdì 7 febbraio 2014

#MangiareaMilano: Le cucine regional-locali

Milano è fatta di mode e tendenze. Di questo vi accennavo anche qui generalizzando un po', tuttavia, Milano è tendenze anche in ambito gastronomico. 
Nasce un locale modaiolo al mese, qualcuno cambia tipo di offerta, qualcuno si reinventa, qualcuno muore. 
Negli ultimi anni è diventata un'ossessione il sushi, poi è stato il turno dell'hamburger, ora del ramen. 
Nasce poi un'altra tendenza tutta italiana: i ristoranti di cucina regionale. 
Non immaginatevi le solite cose, andate oltre e pensate a locali nuovi, magari di design, estremamente curati, con arredamento pensato in ogni dettaglio e poi, semplicemente piatti della tradizione. 
Nell'ultimo periodo ho avuto modo di passare per la cucina di 3 delle nostre splendide regioni: Toscana, Sicilia e Puglia. 

Mentre la Toscana di Osteria Casa tua rimane più tradizionale sia nello stile che nella forma, gli altri 2 si presentano  come una vera innovazione. 

Cacciucco

mercoledì 5 febbraio 2014

Pasta e fagioli (e calamaretti confit marinati al sumac e zafferano)

Cliché. Viviamo circondati da idee fisse e scontate, spesso neanche vere, su ciò che rappresenta un posto, una persona, un modo di fare e, perché no, anche un piatto.
Il termine cliché è usato quasi sempre in accezione negativa, come a dire "la solita storia, i soliti stereotipi, a quando un gradito cambiamento?"
Un cliché può essere anche positivo se, dall'abbinamento scontato di 2 "entità", nasce qualcosa di nuovo e di buono.

Pasta e fagioli
Prima prova con marinatura nella birra ed emulsione di prezzemolo non centrifugato

lunedì 3 febbraio 2014

Le polpette del riciclo: i mondeghili milanesi

Ci sono piatti che, al solo nominarli, viene in mente un luogo. Per l'amatriciana è Roma, per il ragù è Bologna, per il risotto è Milano. 
Al contrario, ci sono luoghi che ti fanno pensare a un piatto e altri che sembrano tutto fuorché tradizione culinaria. Se penso a Napoli oltre ai magnifici luoghi, i miei pensieri si rivolgono subito a una splendida pizza, ai limoni di Sorrento o a un soffice babà. 
Certamente non si può dire lo stesso di Milano: la città del lavoro, della moda, della nebbia (chi l'ha mai vista qui?), dei palazzi, della movida, ma mai il pensiero andrà al famoso risotto. 
Eppure, in 10 anni a Milano, ho imparato che in questa città resistono barlumi di tradizione gastronomica a cui ci si sta attaccando con i denti per non perderla nell'euforia di tutto il resto. 

I Mondeghili

Related Posts with Thumbnails