venerdì 27 settembre 2013

Melanzane ripiene di udon e feta

Contaminazioni. Se ci penso la mia vita è tutta una contaminazione. Sono calabrese, ma vivo a Milano. Amo un milanese con papà pavese e insieme abbiamo condiviso le nostre tradizioni.  
Adoriamo mangiare sushi, ravioli al vapore, un panino coperto da semi di sesamo e farcito con un grasso hamburger, il cous cous non può mancare dalla dispesa come anche le infinità di spezie esotiche. 
Se penso alla mia cucina, vorrei che anche la mia vita fosse così. Contaminata dalle culture di tutto il mondo.  

Melanzane ripiene di udon e feta

mercoledì 25 settembre 2013

Swiss Cheese Parade: il nuovo contest dei Formaggi Svizzeri dedicato ai FOODBLOGGER

C’è stato il momento dei dolci americani e delle torte decorate, quello dei crinkle cookies e dei sali aromatizzati, mode più o meno passeggere che cambiano alla prima novità interessante.
Poi ci sono abitudini che, non essendo delle mode, ci accompagnano da tutta una vita: come lo street food! Se ne parla sempre e da sempre, in un modo o in un altro, e negli ultimi anni è tornato ad essere apprezzato anche nelle sue forme più arcaiche. Dalla diffusissima pizza al taglio al pane “ca meusa” palermitano, dai rustici pugliesi alla focaccia di Recco , dagli arrosticini abruzzesi alla piadina romagnola, e chi più ne ha più ne metta.
Due anni fa a Le Fooding lo street food è stato descritto da grandi chef, giovani e tatuati (ricordate l’evento “Pelle all’arrabbiata”?); ristoranti sono nati con l’obiettivo di raccogliere in un menù le ricette delle strade d’Italia e del mondo; Tour de Fork ci ha fatto un manifesto ed è anche sbarcato in televisione con un baffuto Chef Rubio.
Chiamatelo all’inglese “street food” o dategli del “cibo da strada”, il succo non cambia: nel nostro paese o all’estero il panorama è ricco e variegato. Non è semplicemente qualcosa di facile da mangiare con le mani, ma ogni pietanza racconta una storia, rappresenta una cultura e un patrimonio gastronomico.

Io ne sono letteralmente affascinata e prima o poi realizzerò un mio personalissimo reportage sul cibo da strada milanese. Ma lascio ancora volentieri questo “post nel cassetto”, perché ora è il momento di parlarvi della “Swiss Cheese Parade”, il nuovo contest dei Formaggi Svizzeri! Avremo mai potuto lasciarvi nelle grinfie dell’imminente autunno senza formaggio da far sciogliere e filare? Quest’anno però il tasso di creatività aumenta, ma sono sicura che nessuno si spaventerà, anzi, sarà uno stimolo in più per assaporare ricette ancora più buone e originali!



I protagonisti del contest saranno lo Sbrinz e il Gruyère. In palio per il vincitore un premio dal fascino unico: un week-end per due persone a Berna nella suggestiva cornice dei mercatini di Natale (in collaborazione con Svizzera Turismo). E quest’anno anche il secondo e il terzo classificato riceveranno bellissimi premi: un corso di fotografia  e foodstylist e una selezione di Formaggi dalla Svizzera.

Se lo scorso anno vi abbiamo proposto di reinterpretare una ricetta italiana, ora vi chiediamo di utilizzare i Formaggi della Svizzera per creare una ricetta a tema street food.

Il dogma che non dovrete mai dimenticare è uno solo: deve trattarsi di “cibo da strada”, quindi ricette che siano pratiche da mangiare anche camminando, ricette da passeggio. Per questo riceverete anche un bellissimo tovagliolone di carta paglia per avvolgere il vostro street food, e anche in questo caso sono sicura che la creatività prenderà il largo!

Scatenate la vostra fantasia: create, trasformate, fate diventare street ciò che non lo è o inventate ricette completamente nuove. L’importante è che sia Street food nella forma e “nell’anima”.

E ora passiamo agli step da seguire.

Chi può partecipare?
Tutti i possessori di un BLOG DI CUCINA residenti in Italia.

Come partecipare?

Fase 1 – Dal 25 settembre al 13 ottobre: 
●    Da oggi, 25 settembre, fino al 13 ottobre dovrete registrarvi contest compilando l’ apposito form (http://www.switzerland-cheese.it/concorso). Inserite tutti i dati richiesti, e indicate una password e una mail per i successivi accessi al sito.
(Ai primi 100 iscritti, a causa di un problema tecnico non è stato possibile inserire l'indirizzo necessario per la spedizione. Per tale motivo tutti coloro che non hanno potuto inserire tali dati, saranno ricontattati telefonicamente per la richiesta dell'indirizzo. Ci scusiamo per il disagio!)

●  Ultimata l’iscrizione riceverete, all’indirizzo di residenza indicato, un kit per preparare le vostre ricette, che comprenderà:
      -     1,5 kg di Sbrinz e 1,5 kg di Gruyére
      -     un ricettario
      -     alcuni tovaglioli di carta di paglia (gadget)
      -     bandierine svizzere (gadget)
●      una swiss box

Fase 2 –  Dal 14 ottobre al 13 novembre:
Tutti I blogger iscritti dovranno elaborare da una a tre ricette “Street Food”, utilizzando i formaggi ricevuti a casa e pubblicare la/e ricetta/e nel periodo compreso tra il 14 ottobre e il 13 novembre.
Ogni utente, per partecipare, dovrà compiere per ogni ricetta elaborata i seguenti passi:

1.    pubblicare sul proprio blog la ricetta corredata dalla propria fotografia, inserendo il link a questo post;
La fotografia della ricetta dovrà contenere, necessariamente, i due gadget ricevuti nel kit e consistenti nel tovagliolo di carta e nelle bandierine;
2.    accedere alla seguente pagina http://www.formaggisvizzerinews.it/concorso/login.asp inserendo nome utente e password scelti nella prima fase. Nell’apposito campo inserite il link che porta al proprio blog in cui viene pubblicata la ricetta con la rispettiva fotografia;
3.    inserire nella home page del proprio blog il banner/logo del concorso;
4.    inserire il link al sito dei Formaggi dalla Svizzera nel post della propria ricetta.

Tutti gli utenti che compileranno il form di registrazione con le url delle proprie ricette postate e che avranno postato la ricetta completa di fotografia, parteciperanno all’assegnazione dei premi.

Piccola nota per chi ha partecipato al contest della passata stagione: quest’anno l’area per caricare le ricette rimarrà sempre accessibile, potrete effettuare il log-in in qualunque momento e inserire i link delle vostre ricette.

Fase 3 – Modalità di assegnazione dei premi

Le ricette realizzate (pervenute entro le ore 23.59 del 13 novembre 2013), verranno valutate secondo i seguenti criteri:

1.    Combinazione degli ingredienti scelti in modo tale, che sappia esaltare le caratteristiche gustative dei formaggi utilizzati;
2.    Estetica (composizione del piatto, food styling, etc.)
3.    Originalità della ricetta;
4.    Praticità nel gustare la pietanza camminando = carattere “Street”

Chi valuterà le ricette?
●      Giovanna Frova, amministratore delegato, nonché esperto dei Formaggi della Svizzera
●      Claudia Castaldi, fotografa e foodstylist professionista (che sono sicura conoscerete tutti!!)
●     Luca Ogliotti, chef della Città del Gusto Gambero Rosso
●      Francesca Fassi e Alessandro Bizzotto, responsabili media relations dei Formaggi della Svizzera
●      Teresa Balzano, nonché me medesima J

Cosa si vince?
Quest’anno i premi in palio sono ben 3. Quindi, non solo il primo classificato, ma avremo tutto il podio al completo!

●      1° classificato: un soggiorno per 2 persone a Berna in occasione dei mercatini di Natale 2013, comprensivo di trasferimenti e hotel inclusa prima colazione.
●      2° classificato: un corso di fotografia e foodstylist della nostra bravissima giurata Claudia Castaldi (data e location del corso saranno definiti con il vincitore)
●      3° classificato: una selezione di Formaggi della Svizzera

I classificati dalla 4° alla 6° posizione saranno le riserve nel caso I primi classificati dovessero essere impossibilitati alla riscossione del proprio premio.

Nel caso in cui I premi non vengano riscossi da nessuno dei primi 6 classificati, saranno devoluti all’Associazione Onlus Amici della Guinea Bissau.

Per ogni approfondimento, vi rimando al Regolamento ufficiale, registrato presso il Ministero.
Per ogni eventuale altro dubbio o chiarimento scrivetemi sotto questo post o tramite email a tery@peperoniepatate.com

Detto questo, un’altra nota sulla presenza di Claudia Castaldi tra i giurati.
Come dicevo qualche riga fa Claudia è un’esperta di Street food avendo realizzato un Manifesto che vi invito a leggere per comprendere al meglio i significati di questa antichissima abitudine culinaria.

Ancora un’ultima cosa. Ricordate anche di mettere un like alla pagina Facebook dei Formaggi dalla Svizzera per essere aggiornati e vedere i post o le immagini delle vostre ricette condivise e pubblicate direttamente dal Consorzio dei Formaggi dalla Svizzera.

Non mi rimane che dire un’ultima cosa: in bocca al lupo a tutti i partecipanti!
Credo che ne vedremo delle belle!

lunedì 23 settembre 2013

Le raviole del plin alle mele

Premessa: di raviole trattasi solo in via teorica, in pratica potete chiamarli scarabocchio, alieno, cosa strana del plin. 
Il plin c'è stato, questo ve lo assicuro, ma a quanto pare ci sono tanti modi per interpretarlo. 

Raviole del plin

martedì 17 settembre 2013

Zuppa di verdure arrostite

Potreste pensare che io sia una persona piuttosto indecisa, che vi proponga ricette che non mi si confanno, ma devo ammetterlo, le vellutate non sono proprio tra i i miei piatti preferiti. 
Se mi chiedessero di scegliere tra pastina in brodo o vellutata? La mia scelta cadrà sempre sulla prima. 
Eppure, capita che il mio palato si smentisca e si trovi ad apprezzare creme e vellutate, preferendole ad altre minestre normalmente più vicine ai miei gusti.
Volete un esempio? 

Zuppa di verdure arrostite


venerdì 13 settembre 2013

Valore Alimentare: le infografiche sull'alimentazione in gravidanza

Che legame c’è tra ciò che mangiamo e il modo in cui ci sentiamo? Vi ponete mai questa domanda?
Io - ahimè - quasi mai. Cerco di portare in tavola un giusto mix di ingredienti tra carboidrati, carne, pesce, latticini e verdure, ma spesso è la praticità a vincere durante la frenesia di tutti i giorni.
Ci sono periodi della vita, però, in cui prestare attenzione alla nostra alimentazione è di fondamentale importanza per la nostra salute e per quella di qualcuno che inizia la sua vita nel grembo di una donna, di una futura mamma.
Di recente ho avuto la fortuna di veder nascere due stupende bambine che due care amiche hanno dato alla luce. Con loro, mi sono resa conto di quanta attenzione è necessaria durante i 9 mesi più importanti della vita di una donna.
Tante, tantissime sono le accortezze e - diciamolo - anche i sacrifici che una mamma fa per il proprio cucciolo. Tuttavia, non è così scontato sapere cosa e come fare per vivere in modo sano questo magico periodo.
Io, per esempio, nonostante mi trovi in piena età fertile e perfetta per avere un figlio, non saprei da dove iniziare.
Per questo motivo, quando mi ha contattato Valore Alimentare, un portale dedicato a temi importanti quali “Biologico, alimentazione e salute”, per chiedermi se il tema dell’alimentazione in gravidanza poteva essere in linea con il mio blog, non ho avuto dubbi: la cultura alimentare, ancor di più la sana alimentazione, va condivisa, va diffusa.
Soprattutto, va presentata in modo semplice e chiara per consentire a tutti di comprenderla.
Questo il motivo per cui ho particolarmente apprezzato questa infografica che, tramite immagini e parole semplici e immediate, spiega come organizzare la propria alimentazione durante la gravidanza.


Infografica Alimentazione e Gravidanza
Alimentazione e Gravidanza, infografica realizzata da ValoreAlimentare.it


Ora che l’avete letta con me, cosa ne pensate?
Non so voi, ma io quando vedo un pancione mi emoziono. Penso a quanto amore c’è nell’arrivo di un bimbo, quanta gioia, vita. Solo sentimenti caldi, positivi.
Tuttavia non avevo mai unito nella mia mente l’amore materno e l’alimentazione di qualità. Non solo cibo quindi per nutrire un bambino. Soprattutto, non un cibo a caso.
Eppure il pensiero di cibo come amore rientra perfettamente nel mio modo di  vivere la cucina.
Cucinare per me vuol dire prendermi cura della mia famiglia. Portando in tavola un piatto che per me è buono, ma anche sano, mi fa sentire come se avessi fatto qualcosa di importante per noi.
Eppure, riuscirci non è così scontato.
Nell’ultimo anno di alberghiero ho avuto modo di studiare gli alimenti, come andrebbero suddivisi i pasti, a quali cibi dare più spazio, ma prima di questa esperienza di studio, quanto mi era chiaro tutto ciò?

Mi rendo conto di essere privilegiata ad avere nozioni più approfondite su ciò che mangio rispetto alla media. Tuttavia, mi accorgo che ancora non è sufficiente e, se non lo è ora - in un periodo normale della mia vita - come potrò esserlo quando dentro di me crescerà un bambino?  

martedì 10 settembre 2013

Miele di fichi (Melu 'i fichi) o mosto di fichi

Dopo un mese di silenzio, rieccomi qui. Tre settimane di casa, di mare, di esperienze nuove e vecchie prima di tornare qui un po' svogliatamente. 
La voglia di scrivere il primo post dopo le vacanze non è mai troppa. Da un lato il desiderio di raccontare, ma dall'altro resiste quel pensiero che vuole tenermi fuori dal solito tran tran quotidiano.
Eppure, come dicevo, c'è tanto da raccontare. Già prima di partire, la Calabria mi ha seguito a Milano per alcune importanti tappe, una ufficiale e una che è riuscita a colmare uno di quei desideri infimi che però contribuiscono a far sentire la mancanza di casa.
Il 24 luglio inizia la mia prima tappa verso casa con una degustazione di vini calabresi a cura di InformaCibo che ha raccolto eccellenze da tutta la regione. Nomi noti e anche novità che non si lasciano dimenticare.
Dato che potrei essere di parte, vi rimando alle descrizioni di Francesca e Pietro e di Federico che con dovizia di particolari hanno parlato dei prodotti della mia terra.
Solo una menzione speciale per il Nerello 2008 di Senatore Vini, scoperta della serata anche per me che merita di essere approfondita. Inoltre, un ringraziamento anche al Gal Kroton - presenti con i loro prodotti alla serata - che con passione, coraggio e forza, stanno promuovendo e spingendo in alto le eccellenze del Marchesato Crotonese. Ma di questo vi parlerò ancora e ancora :-)

Il miele di fichi


Related Posts with Thumbnails