lunedì 29 luglio 2013

Imitando il Mapo Tofu: Spezzatino piccante di tofu

Cosa hanno in comune un cinese e un calabrese? - Disse una vecchia barzelletta... Non è proprio così che inizia la storia, ma la risposta alla domanda è sicuramente: il peperoncino! 
Normalmente, quando vado al Ristorante Cinese, mi butto automaticamente sui piatti piccanti, è più forte di me, ma quando sono stata al Bon Wei ho capito che al piccante può non esserci limite. E neanche limite di bontà!

Simil Mapo Tofu

venerdì 26 luglio 2013

Grongo fritto

Mentre a Milano ci sono 40 gradi, mentre mi sciolgo davanti al pc, dopo un pomeriggio trascorso al parco con Jab, chiacchierando con gli altri padroni, ora arrivo qui con il desiderio di lasciarvi un saluto per il week end. 

Grongo fritto


giovedì 25 luglio 2013

Loacker: tra dolcezza e fantasia

Monti, cime che svettano alte come a voler toccare l'infinito. Prati verdi che si combinano a fitti boschi intervallati da una rete di fiumi e ruscelli che scorrono rapidi tra le rocce.

DSC_0810

lunedì 22 luglio 2013

Triglie gratinate al rosmarino e limone

L'ultima volta che sono tornata in Calabria, a poche ore dalla partenza per Milano, mio fratello è arrivato a casa con una enorme cassa di pesce appena pescato preso dal solito pescatore che, quando sta per arrivare in porto, lo chiama per sapere se desidera acquistare qualcosa. 
Sapendo della mia nostalgia per il pesce di casa, quel "qualcosa" è diventata una cassa con ben 6-7 kg di pesci per lo più da zuppa. Ma cosa dico, urge correzione - ben 6 kg di triglie e 1 kg di qualche altra cosa adatta alle zuppe.

Triglie gratinate

venerdì 19 luglio 2013

Panna cotta con pesche al Vin Santo e amaretto

Ultimo post della settimana e ultima portata a tavola...prima di passare al caffè, certo :-)
Questa mattina dovrei essere in ufficio, ma lavori in corso sulla rete elettrica mi hanno regalato una giornata libera e allora, dopo una passeggiata al mercato che regala già i primi porcini e tanti colorati frutti di bosco, eccomi davanti al pc per parlarvi finalmente del dessert.

Panna cotta con pesche al Vin Santo

Trovate qui rispettivamente il primo e il secondo piatto del menù accompagnato dai vini di Montepulciano, ma dopo il salato non può mancare il dolce per chiudere in bellezza il pranzo!
Dopo aver assaggiato il Vin Santo di Montepulciano Cavalierino è stata dura resistere all'idea di avere tra le mani un cantuccino da affondarci dentro: due prodotti che la tradizione ha un unito per un motivo valido, creare un legame indissolubile.
Pensare ad altro mi ha fatto sentire quasi oltraggiosa, ma quando poi ho assaporato il Vin Santo accanto a questa panna cotta arricchita dallo stesso gusto del vino, il mio pensiero è cambiato. Non ci sono solo i cantucci, ma infinite sfumature di gusto per un vino che ha una storia e un'appartenenza importante.   

Detto questo è arrivato il momento di munirsi di cucchiaino! Il dessert di "A tavola con il Nobile" è servito. 

Ingredienti per 2 persone:
200 ml di panna
3 cucchiai di zucchero
4 gr di colla di pesce
una pesca gialla
una noce di burro
un cucchiaio di zucchero
un bicchierino di Vin Santo
4 amaretti

Procedimento:
Ponete panna e zucchero in una pentola e scaldate finché lo zucchero sarà completamente sciolto. 
A parte mettete la gelatina in acqua fredda per qualche minuto e, quando morbida, strizzatela e unitela alla panna. Fate sciogliere bene e poi versate il composto nelle cocottine bagnate appena con acqua. Mettete le cocotte in frigo per un giorno a rapprendersi. 
Un'oretta prima di servire preparate le pesche: pelatele e tagliatele a quadretti. Fate fondere il burro in una padella, unite le pesche, fate saltare e unite lo zucchero. Quando lo zucchero sarà fuso, sfumate con il Vin Santo e spegnete. 
Al momento di servire, sformate la panna cotta nel piatto: per sformarla facilmente immergete per 1-2 secondi le cocotte in acqua tiepida. 
Completate il piatto con le pesche e infine sbriciolatevi sopra gli amaretti. Servite accompagnando con il Vin Santo. 

English Version -  Panna cotta with peaches and amaretto
Ingredients: 
200 ml cream
3 tablespoons sugar
4 g of gelatin
a peach
a knob of butter
a spoonful of sugar
a glass of Vin Santo

4 amarettos

Direction: 
Put cream and sugar in a saucepan and heat until the sugar is completely dissolved.
Aside put the gelatin in cold water for a few minutes and, when soft, squeeze it and add it to cream. Melt well and then pour the mixture into the little pots just wet with water. Put the casserole in the fridge for a day to thicken.
An hour before serving, prepare the peaches: peel and cut into squares. Melt the butter in a pan, add the peaches, fry and add the sugar. When the sugar has melted, pour the Vin Santo and turn off.
When ready to serve, turn out the panna cotta in the pot: to easily turn them soak for 1-2 seconds in the warm water.

Complete the dish with peaches and finally crumble over the amarettos. Serve accompanied with Vin Santo.

giovedì 18 luglio 2013

Filetto marinato freddo e patate al burro

Ebbene, passiamo al secondo piatto. Vi beccate il menù su 3 giorni....già annoiati? 
Ieri avete visto il primo abbinamento del menù e oggi vediamo il secondo: semplice, semplicissimo, che non richiede quasi l'uso dei fornelli e soprattutto, gustoso. 
Mentre il protagonista del primo piatto è stato il Vino Nobile di Montepulciano, oggi abbiamo il Rosso di Montepulciano del 2010 della cantina Lunadoro.
Un vino con un certo corpo, ma veramente morbido e piacevole. A mio avviso, adatto anche per abbinamenti con piatti freddi.

Filetto marinato freddo

mercoledì 17 luglio 2013

Tagliatelline all'uovo su nido di zucchine per il Vino Nobile di Montepulciano

Ultimamente partecipare ai contest è diventato un lusso difficile da concedersi. Non che sia sempre un dispiacere! Ammetto che in alcuni casi è un sollievo. I contest sono tanti, alcuni poco allettanti - almeno per me- e il tempo necessario per partecipare non è trascurabile.
Tuttavia c’è una cosa a cui non resisto: le sfide legate al vino.  

Tagliatelline su nido di zucchine


lunedì 8 luglio 2013

Feta al forno

Se qualcuno dovesse chiedermi qual'è un ricordo familiare caldo della mia infanzia, parlerei delle vacanze estive in Grecia.
La Grecia è stata la mia casa per l'agosto di molti anni ed è stato il luogo in cui per la prima volta ho trovato qualcosa in comune con mio padre. Diversamente da quanto si dice del rapporto tra figlie femmine e papà, io cozzavo sempre con lui su tutto.
Poi il primo viaggio in Grecia e la passione per il mare che sicuramente solo lui poteva trasmettermi in modo così intenso, ci hanno dato un motivo per parlare, invece di battibeccarci continuamente.

Feta al cartoccio

martedì 2 luglio 2013

Come si fa la marmellata? - Confettura di albicocche

Siete anche voi alle prese con le conserve estive? Io da due settimane non faccio che lavare frutta e invasare marmellate. Dopo quella di ciliegie che ogni anno passa dalla mia cucina dopo il raccolto, quest'anno è il turno di una conserva più veloce, la marmellata - ehm - volevo dire confettura, di albicocche.  

Confettura di albicocche

Related Posts with Thumbnails