mercoledì 27 novembre 2013

Mostarda di castagne

Quando ho letto il tema dell'MT Challenge di questo mese sono caduta in uno stato di vuoto cosmico.
Non una ricetta, ma un ingrediente. E ora? Cosa faccio?
Una ricetta che abbia come ingrediente principale e protagonista assoluto le castagne.
Io che amo mangiarle crude più che ogni altra cosa, che le adoro così come le offre la natura, ma non mi lascio trascinare da ricette che le contengono, ho avuto un duro colpo.
La riflessione è durata così a lungo che pensavo di non farcela. Poi l'illuminazione è arrivata.
Osservavo distrattamente il mio compagno che gustava la sua fetta di arrosto con uno di quei frutti che sembrano finti. Avvolti da quella sorta di gelatina liquida, che emanano quell'odore pungente e molto, molto fastidioso per me.

Mostarda di castagne

Lui mi ripete sempre quanto sia buona la mostarda di fichi, più delicata rispetto ai fortissimi mandarini. 
Lui mangiava e io pensavo: "Però.... le castagne... sicuramente risulterebbero molto delicate.... quasi quasi... se trovo l'essenza di senape..." 
Mumble, mumble, sono entrata in farmacia e - inaspettatamente - non mi hanno preso per la solita matta. 
Dopo la glucosata che hanno cercato di rifilarmi al posto del glucosio liquido, mi aspettavo un'altra espressione di sgomento. 
Nulla di tutto ciò. La signora serenamente si è avvicinata al computer e ha controllato la disponibilità: "Può venire a ritirarla questo pomeriggio". 
T'ho! Neanche la soddisfazione di esser presa da casalinga disperata! 

Per realizzare la mostarda è fondamentale avere l'essenza di senape.
Come avrete capito, non la troverete nel supermercato, ma per averla dovrete richiederla in farmacia. Con un solo vasetto potrete preparare almeno 100 kg di mostarda!  Poche gocce per ogni chilo di frutta, per avere quella sensazione balsamica che invade tutto il corpo e fa colare il naso :-)

Ingredienti per 1 vasetto:
300 gr di castagne (da pulire. 250 gr il peso netto)
acqua qb
150 gr di zucchero
6 gocce essenza di senape

Procedimento: 
Lavate le castagne. Portate una pentola piena d'acqua a bollore e, quando bolle, unitevi le castagne. Fate bollire per 3 minuti. Spegnete, buttate via metà acqua calda e unite acqua fredda quanto basta per renderla tiepida e maneggiabile.
A questo punto prendete una castagna alla volta e, munendovi di tanta tanta pazienza, spellate le castagne eliminando anche la pellicola interna.
Una volta pulite tutte le castagne, mettetele in un contenitore e copritele con le zucchero. Lasciatele quindi riposare per 24 ore.
Trascorso questo tempo mettete tutto in un pentolino, coprite appena di acqua, mettete sul fuoco e fate bollire per 5 minuti.
Spegnete e lasciate riposare per 24 ore.
Ripetete l'operazione come il giorno prima: rimettete sul fuoco e fate bollire per 5 minuti. Lasciate riposare per 24 ore e, dopo questo tempo, portate nuovamente a bollore per altri 5 minuti.
Se il liquido diventasse troppo denso, unite altra acqua.
Dopo la terza bollitura, lasciate intiepidire e unite le gocce di senape. Attenzione perché i fumi della senape possono essere fastidiosi.
Mescolate il tutto e versate in vasetti ermetici sia le castagne che il liquido. Sterilizzate e conservate in un luogo fresco e buio fino al consumo.

Mostarda di castagne

English Version -   Chestnuts Mustard
Ingredients: 
300 g of chestnuts
water to taste
150 g of sugar
6 drops of mustard essence

Direction: 
Wash the chestnuts. Bring a large pot of water to boil and when it boils , add the chestnuts . Boil for 3 minutes. Switch off , throw away half warm water and add enough cold water to make it warm and manageable .
At this point, take a chestnut at a time and  peel chestnuts eliminating the inner film .
Once you clean all the chestnuts , put them in a container and cover with sugar. Leave them to stand for 24 hours.
After this time, put everything in a saucepan, barely cover with water, put on the fire and boil for 5 minutes.
Turn off and let sit for 24 hours.
Repeat this procedure as the day before and put it back on the heat and boil for 5 minutes. Let stand for 24 hours and , after this time, bring to a boil again for another 5 minutes .
If the liquid becomes too thick , add a little water.
After the third boil , let cool and add the drops of mustard. Be careful because the fumes of mustard can be annoying.

Mix everything together and close in airtight jars . Sterilize and store in a cool, dark place until consumption.



18 commenti:

  1. Meravigliosa. Tutto: la ricetta, le foto, l'idea! sei sempre fantastica! baci, Francy

    RispondiElimina
  2. coooooosa??? mostarda di castagne????
    ma tu sei un genio, tu sei una donna illuminata!!
    dimmi chi è il tuo spacciatore di essenza di senape che voglio farla anche io, perchè in farmacia ho la vaga impressione che mi facciano una pernacchia..
    che idea geniale che hai avuto, che idea... sono senza parole. questa tua ricetta rientra a tutti gli effetti tra le ricette a cui non avrei mai e poi mai pensato di "assistere".
    sei grande.
    bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahhahaha grazieeee!!
      Lo spacciatore di senape è stata la farmacia, hanno dovuto ordinarla apposta, ma l'ho avuta nel giro di una giornata!
      Grazie mille e un bacione! <3

      Elimina
  3. Lo so che la cosa non ti stupirà, ma ci sono farmacie in cui potresti trovare persone molto preparate sull'argomento "ordinare ingredienti particolari in farmacia" e che non si stupirebbero affatto. Non so se sono stati i fumi della senape o altro (tipo la goccia dal naso tipo lampadina che si accende), ma trovo questa idea semplicemente geniale. Valorizza la castagna nella sua semplicità senza trasformazioni particolari. Ho solo un dubbio: ne resterà ancora qualcuna tra una decina di giorni? :-D
    Candidata (anzi, mostardata) alla vittoria.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora posso mandare tutti da Anna Luisa??? ;)
      La proteggerò fino al vostro arrivo :D
      Grazie mille!!! :*

      Elimina
  4. wow, che idea! sono tanto curiosa di sentire com'è! e di vedere cosa mi risponderebbero in farmacia :-)

    RispondiElimina
  5. Ah ah ah ^^ sarà che ormai anche le farmacia si è abituata alle richieste strane? A me ancora guardano male invece!!! Ottima idea, io non sono amante della mostarda ma a questa voglio dare una possibilità!

    RispondiElimina
  6. Fantastica!!!! Io adoro le mostarde e questa è spettacolare , in sintonia con i miei gusti (hai descritto l'essenza di senape perfettamente!). Perciò mi sa proprio che te la ruberò!! Grazie Tery

    RispondiElimina
  7. mi aggiungo al coro, la mostarda di castagne mi ha stesa!!! grande idea, complimenti!!
    Cristina

    RispondiElimina
  8. proprio oggi l'ho vista dal mio salumiere di fiducia, volevo prenderla per assaggiarla.. ma ora che ho la ricetta, me la faccio!!! ma io odio sbucciare le castagne... ufffa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooooooo quindi la mostarda di castagne esiste?!??! e io che pensavo di aver fatto la scoperta! :)

      Elimina
  9. Hahahaha anche io qualche volta sono stata guardata come se fossi una marziana dalla farmacista. La volta che sono entrata per chiedere un bisturi visto che dovevo lavorare della pdz pensavo che avrebbe chiamato la polizia. Del tipo "...ma cosa ci dovrebbe fare con un bisturi?!?...."
    In generale non amo le mostarde ma questa mi incuriosisce. Sicuramente ha un colore bellissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahah e con il bisturi mi sa che qui ci batti tutte sulle richieste strane!!! ahahahah grandissima!!

      Elimina
  10. Non ci posso credere.
    Giuro, non ci posso credereeeeeeeeeeeeeeeee!!!!

    RispondiElimina
  11. questa ricetta mi sa proprio di ringraziamento, mmmmh :-) chiedo alla titolare: vorrei partecipare a questo contest, http://www.freebirdsilfilm.it/food-contest.html , legato al fil che esce oggi free birds... posso usare la tua ricetta?

    RispondiElimina
  12. Mai sentito parlare della mostarda di castagne, hai avuto proprio una bella idea! Io, fuori concorso, ho cominciato a provare a fare in casa i comuni marron glacé. Vedremo... Baci

    RispondiElimina
  13. No, con questa mi hai steso. E, fra l'altro, se trovassi questa essenza di senape, farei a mio padre il regalo del secolo (certo, se gli facessi poi la mostarda, eh).

    Una meraviglia. Sono senza parole

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails