martedì 22 ottobre 2013

Fettuccine di porro con crema alle noci

So che non oserete dire di no. Il forno, uno di quelli seri, con mille funzioni e temperature altissimi, è il sogno di ognuno di noi (Foodies, sto parlando a voi).
Ogni volta in cui mi accingo a cuocere una pizza rotonda, il mio pensiero va a lui, il forno dei miei sogni.  Con una temperatura che va oltre i soliti, tristi, 250°. Con la cottura a vapore, il controllo dell'umidità e l'inserimento del vapore. Uno di quelli con la pietra refrattaria inclusa, in cui puoi cuocersi 10 cose insieme che tanto niente prende il sapore dell'altro e che, quando si tratta di lievitati, mi lascia fare tutto ciò che voglio. 

Fettuccine di porro con crema alle noci

Potete immaginarmi a scorrazzare per lo showroom Miele nel pieno centro di Milano? 
Non appiccicata ai vetri per pura dignità, ero lì con gli occhi carichi ammirazione, mentre Alice DelCourt e Lisa Casali preparavano le loro specialità eco, insieme alle mille funzioni dei forni Miele. 
Cucina eco e forni Miele si incontrano per unire 2 elementi fondamentali del vivere la cucina: lo strumento e la materia prima.
Un utilizzo corretto delle funzioni di un forno o di un frigorifero (ad esempio, sapete come vanno disposti gli alimenti nel frigorifero per farli durare nel tempo?) uniti a una consapevole scelta della materia prima possono migliorare la qualità della nostra vita oltre che tutelare la nostra salute e il nostro mondo.
Questo è il motivo per cui Miele e Slow Food si sono uniti in un progetto, Master of Food, che ha l'obiettivo di far conoscere il cibo alle persone sotto ogni punto di vista.
Insieme, Miele e Slow Food hanno creato dei corsi a tema aperti a tutti che hanno proprio questo scopo:
- acquisire consapevolezza
- far crescere un senso di responsabilità.
Se desiderate avere maggiori informazioni riguardo ai corsi, trovate maggiori dettagli qui.

Prima di passare alla ricetta, presa proprio dal corso seguito nello showroom Miele, geniale creazione di Lisa Casali, lascio un'altra nota importante, in ottica sempre di responsabilità e tutela.
Salgono ancora le accise sulla birra: come sopravviveranno i nostri birrai artigianali - di cui l'Italia è sempre più piena - a un ulteriore peso fiscale?
Mentre c'è chi lotta per diffondere la cultura della birra - vedi Assobirra e Ilovebeer - come bevanda, non un semplice alcolico, con una storia e con caratteristiche uniche, un aumento delle accise sembra solo un altro modo per dire "tanto di alcool trattasi".
Negli ultimi anni ho avuto modo di conoscere l'enorme mondo della birra, scoprirne la specialità, i metodi di spillatura come per il recente Master organizzato da Heineken, gli abbinamenti con il cibo, i bicchieri migliori a seconda della qualità e tanto, tanto altro ancora.
Se volete dire anche voi la vostra, Assobirra ci offre la possibilità di aiutare il settore con una semplice firma a #Salvalatuabirra, la raccolta firme contro l'aumento delle accise e - diciamolo - la conseguente chiusura di qualche piccolo artigiano.

Ingredienti per 2 persone:
La parte verde di 4 porri
200g di gherigli di noci
50 gr di pecorino
2 cucchiai di olio
½ bicchiere di brodo vegetale
Sale e pepe

Procedimento: 
Separate il porro (che potete usare come preferite) dalla parte verde. Incidete per il lungo la parte verde, sfogliatela e lavatela bene da residui di terra. Tagliate delle strisce strette in modo da ricavare delle fettuccine vegetali. Sbollentatele in poca acqua bollente e raffreddatele in acqua fredda. Nel frattempo pestate nel mortaio i gherigli di noce in modo da ottenere una pasta di noci. Unite il pecorino, il brodo vegetale (o acqua calda) e amalgamate. In una padella mettete due cucchiai di olio e le fettuccine e fate saltare qualche minuto.  Aggiungete quindi il pesto noci , condite con sale e pepe e fate cuocere per qualche minuto. Quindi spegnete il fuoco e impiattate formando dei turbantini di fettuccine in ogni piatto, completate con qualche pezzetto di noci e una macinata di pepe. Servite subito completando a piacere con una grattugiata di formaggio o lievito alimentare in scaglie.

Per una versione più ricca di vitamine e sali minerali, cuocere il porro a vapore. 

English Version - Leek Fettuccine with walnuts cream
Ingredients: 
The green part of leeks 4
200g walnuts
50 grams of pecorino
2 tablespoons oil
½ cup vegetable broth
Salt and pepper

Direction: 
Separate the leek (which you can use as you prefer) from the green. Slit for the long green part, sfogliatela and wash well as from soil. Cut narrow strips so as to derive the vegetable fettuccine. Blanch in little boiling water and cool them in cold water. Meanwhile pounded in a mortar walnut kernels in order to obtain a paste of nuts. Add the cheese, the vegetable broth (or hot water) and mix. In a pan put two tablespoons of oil and the noodles and saute a few minutes. Then add the pesto nuts, seasoned with salt and pepper and cook for a few minutes. Then turn off the heat and Serve forming turbantini of fettuccine in every dish, garnish with a few pieces of nuts and freshly ground pepper. Serve immediately by completing a pleasure with grated cheese or nutritional yeast flakes.


For a more rich in vitamins and minerals, cook the leek into steam.

15 commenti:

  1. Meravigliose queste fettuccine, complimenti!

    RispondiElimina
  2. Hai descritto esattamente il forno che vorrei! Adoro i prodotti Miele ed è un mio sogno avere un forno così...
    Intanto magari ti rubo una forchettata di fettuccine! Un bacio

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, oltre al fatto che il forno dei miei sogni è davvero fatto così, anche per la corretta disposizione degli alimenti in frigo. Mi sono accorta che sbagliavo tante cose!
    E non dimentichiamoci poi di queste fettuccine che sono davvero ottime!

    RispondiElimina
  4. idea davvero originale, complimenti!
    un condimento semplice ma gustoso!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. Chissà perchè noi blogger facciamo sogni comuni!pentole, forni , coltelli. impastatrici e molto altro. Sarà perchè condividiamo la stessa passione?un caro saluto e complimenti per queste stravaganti fettuccine come solo Lisa sa fare!!!Lei ricicla ed usa tutto....

    RispondiElimina
  6. Mi sa che qua sognamo tutte un forno del genere!! ma se lo avessi credo farei pizze dalla mattina alla sera e non so se il mio guardaroba ne sarebbe cosi' contento :-)
    Mi piace troppo l'idea che hai avuto di fare delle fettuccine con la parte verde del porro

    RispondiElimina
  7. E chi non vorrebbe un forno così? E invece mi accontento del mio, nuovo, ma una schifezzuola (non lo dico troppo forte, sennò mi si offende e mi lascia in asso).
    Bellissime queste fettuccine vegetali... ottima idea!

    RispondiElimina
  8. Quei forni sono il mio sogno nel cassetto…ma prima o poi ce la farò a farlo mio…sto già sbavando di fronte a quelli che trovo nei negozi di elettronica e con gli occhi-a-gatto-con-gli-stivali sto pregando mio marito!
    Complimenti x la ricetta davvero ingegnosa ^_^
    la zia Consu

    RispondiElimina
  9. Lo vorrei eccome un forno così!!
    Buonissimo questo porro!

    RispondiElimina
  10. Adoro il porro e l'idea di farne delle tagliatelle mi convince, tanto più che con il pesto di noci ci vanno a nozze :)

    RispondiElimina
  11. Meno male che non sono l'unica ad avere la patologia del forno... Mi rassicurate! ;))

    RispondiElimina
  12. Una volta abbiamo avuto addirittura l'occasione di cucinare in un forno professionale e ci siamo resi conto delle grandissime potenzialità dello stesso e della limitatezza del nostro, anche se ora anche i forni casalinghi sono migliorati sotto alcuni aspetti.
    Condivido pienamente l'appoggio a questa iniziativa a tutela dei piccoli birrifici, trovo l'aumento delle tasse in genere in questo periodo davvero dannoso e quando si va a colpire in particolare un settore è davvero vergognoso.
    Ricetta da "cena light"? :-p

    Fabio

    RispondiElimina
  13. la funzione vapore sì mi manca ma devo dire che ho scelto bene quando ho preso questo forno, per la pietra refrattaria però scrivo la letterina a babbo Natale: la voglio!
    tagliatelline di porri: mmm buone, mi farò una monoporzione perché gli uomini di casa non saranno del mio stesso parere:-)

    RispondiElimina
  14. Ciao :-) Mi piace il tuo blog e vedo bellissime foto! Ho visto che Vaty parlava del tuo contest, sono passata a farti visita e mi sono iscritta ai lettori fissi :-) Ciao, complimenti
    Federica :-)

    RispondiElimina
  15. Bella ricetta con i porri. In casa non mancano mai e questa ricetta veloce e gustosa già l'ho registrata per benino. Da provare nei prossimi giorni ;)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails