martedì 30 ottobre 2012

Circondata da risotti: risotto al parmigiano e broccolo piccante

In questi giorni mi sono trovata diverse volte a stretto contatto con il risotto, in particolar modo grazie all'Acquerello Risotto World Summit, un evento nato per celebrare uno dei piatti più famosi della cucina italiana, il risotto. 
L'evento ha rappresentato la tappa conclusiva di una gara che si è mossa in diverse città del mondo: Hong Kong, New York e Mosca. Milano e il Grand Hotel Villa Torretta è stata la sede perfetta per concludere la gara: una sfida all'ultimo chicco, in cui 8 chef hanno portato in tavola 8 splendidi risotti che univano alla perfezione tradizione e creatività.  
Fabio Baldassarre (Unico, Milano), Andrea Gabin (La Mondina, Lodi), Sergio Vineis (Il Patio, Biella), Carmine Calò (Il Salviatino, Firenze), Paolo Trippini (Trippini, Terni), Athos Migliari (Locanda La Chiocciola, Ferrara) e gli internazionali Olivia Bonomi Todorov (New York), Bruno Marino (Mosca) e Eyck Zimmer (Hong Kong), questi gli chef in gara e per concludere, anche una risottata fuori gara preparata dal presidente Marco Sacco.

domenica 28 ottobre 2012

Un altro anno

Un altro anno è passato e man mano mi avvicino sempre di più ai 30...età fatidica! 
Intanto, quello che vorrei per questa giornata, per trascorrere il mio passaggio ai 28 anni, è solo una giornata semplice, in famiglia, con i miei amori, fidanzato e cagnolino. 
Un po' di coccole, un film da domenica pomeriggio e la possibilità di alzarmi con calma...cosa che il peloso di casa ha reso un po' più complicata :-)


mercoledì 24 ottobre 2012

Grandi Cuochi all'Opera

Ci sono posti nel mondo in cui la povertà è ovunque, è la normalità. Ci sono posti in cui la povertà spesso non è visibile, ma esiste, si muove senza farsi notare e poi ci sono luoghi come Milano, in cui la povertà ci passa accanto ogni giorno e, come se niente fosse, noi andiamo avanti con le nostre vite. 
A Crotone non esistono i "clochard" e le uniche persone che si trovano a chiedere l'elemosina in strada sono "gli zingari", cosiddetti "nomadi" che vivono in simpatiche villette costruite accanto al liceo che frequentavo. Una finta povertà dettata dalla cultura. 
Arrivare a Milano a 18 anni mi ha fatto vedere quello che fino ad allora avevo guardato in tv o durante qualche week end di passaggio in qualche grande città. Viverlo ogni giorno cambia la prospettiva.
Dopo quasi 10 anni di vita nella città meneghina mi meraviglio ancora nel vedere i senzatetto per strada, ragazzi giovanissimi a chiedere l'elemosina e le prostitute nel freddo della notte.
Tutto a Crotone accade più nascosto, meno evidente o semplicemente meno presente.


lunedì 22 ottobre 2012

Lo strudel a 6 mani

L'unione fa la forza. Questo motto è spesso sulla bocca della gente, ma a volte viene utilizzato in accezione negativa... nel senso dell'opposto "chi fa da sè fa per tre". 
Invece questo è il caso in cui l'unione ha dato ottimi risultati (guardate la foto)... non vi pare? 

sabato 20 ottobre 2012

Torino da turista per Aperitò

Sono stata a Torino diverse volte nella mia vita, ma mai mi sono soffermata a guardarla con gli occhi da turista. A dir la verità, per come l'avevo vista non l'avevo mai neanche amata.
Mi sembrava una città grigia, un po' cupa. Tutto il contrario di quello che ho rivisto ora.
CIMG6018
La vista dalla Mole Antonelliana

venerdì 19 ottobre 2012

Parmigiano Reggiano night

Mentre il mio blog in questo periodo pullula di formaggi svizzeri, oggi sono qui a parlarvi di un evento legato al formaggio italiano per eccellenza,  il Parmigiano Reggiano, protagonista di una serata tutta particolare: una cena 2.0!
Chiunque si muove nella rete e ama il Parmigiano potrà realizzare una ricetta con il Parmigiano Reggiano oppure il Risotto Cacio e Pepe che Massimo Bottura ha creato appositamente per questo evento e pubblicare la foto della ricetta il 27 ottobre, ora di cena, sulla pagina Facebook
Sarà una degustazione tutta virtuale e soprattutto, la prima cena web 2.0 della storia! 

martedì 16 ottobre 2012

Giornata mondiale dell'alimentazione

Oggi è la giornata mondiale dell'alimentazione e, dopo aver vissuto una esperienza con Action Aid che mi ha messo all'opera per la realizzazione di un menù sano e etico, mi sento particolarmente coinvolta nel ricordare questo giorno. Io che già normalmente ci tengo a seguire un regime alimentare che sia etico, ho avuto modo di approfondire ulteriormente il problema legato all'alimentazione, a una alimentazione consapevole soprattutto. 
Nella campagna promossa da Action Aid, sono rimasta ferma a leggere una frase presente in questa locandina che vedete sotto che mi ha lasciato attonita: "925 milioni di persone nel mondo vanno a letto con la pancia vuota"... mentre una famiglia "benestante" normalmente butta nella pattumiera cibo ogni giorno, alimenti che garantiscono la vita. 
Rabbia è l'unica parola che mi viene in mente quando penso a questo tale controsenso. 


lunedì 15 ottobre 2012

Il pane dolce del sabato

Questo mese l'MT Challange è andato a toccare proprio uno dei miei temi preferiti, i lievitati, ma non uno a caso, bensì una ricetta che ha un significato molto particolare. La ricetta in questione è il pane dolce dello Shabbat, tipica ricetta Kosher che riempie le case per la colazione o la merenda del sabato. 
Nella versione originale, quella presentata da Eleonora, il ripieno di questa treccia è fatto di uvetta o uvetta e mela, mentre la copertura è data dai semi di sesamo o di papavero.

venerdì 12 ottobre 2012

Lagane e ceci

La pasta e ceci è un piatto che ho sempre amato,  già da quando ero bambina. 
Probabilmente ero una bambina un po' atipica: mangiavo con piacere il minestrone, le lenticchie e i ceci. L'unico piatto che non riuscivo a mandar giù era la pasta e fagioli. 

Lagane e ceci

mercoledì 10 ottobre 2012

Il Trentino Per Tutti i Gusti

Mentre ormai Per tutti i gusti è approdato in Alto Adige, io sono qui a parlarvi di ciò che è accaduto il mese scorso in occasione dell'incontro con la cucina del Trentino. Tutto sempre organizzato dall'impegnatissimo Carlo Vischi nel contesto dello Sheraton Hotel di Malpensa, nelle cucine del ristorante Il Canneto. 

Quello che vi aspetta? 
- Grandi Chef
- Piatti da leccarvi i baffi
- Prodotti d'eccellenza
- Tante foto :-)



L'appuntamento pomeridiano inizia con lo chef Stefano Bertoni del ristorante Castel Toblino che ci colpisce subito con 2 piatti realizzati con i pesce di lago dell'azienda ittica Trota Oro.
Lo chef nelle sue ricette utilizza il pesce di lago a evidenziare il legame della sua cucina con il territorio, ma mostra anche una spiccata creatività e ricercatezza. 
Come prima ricetta ci ha presentato il Tonno di lago con un accompagnamento di ceci, presentandoci la trota come un pesce dalle grandi caratteristiche, proprio come il tonno di mare. 
Io, che adoro i pesci di acqua dolce, sono completamente d'accordo con lo chef! 



La seconda ricetta è stata dedicata ad un secondo pesce di lago, il Luccio con verdure saltate in padella e salsa gardesana.... in realtà nel suo ristorante lo chef è solito accompagnare il luccio con porcini e patate. Non male vero? 
A completare il piatto in maniera divina, qualche listarella di limone candito: un accostamento perfetto!





Alfio Gezzi, chef della Locanda Margon di Trento, è stato uno dei motivi per cui ci tenevo particolarmente a essere presente. 



Il suo nome è conosciuto e di lui se ne parla come un grandissimo chef. Durante lo showcooking ci siamo resi conto perché: mentre lavorava a ritmi inarrivabili per qualunque comune normale, ci ha descritto nel dettaglio i procedimenti e ci ha dato tanti consigli per ottenere dei piatti perfetti.  Per l'occasione ha realizzato un fantastico piatto di "Gnocchi al Trentingrana stravecchio, cannella e miele di melo dell’Azienda Agricola Thun.



E qui lo chef fa una menzione speciale per la patata di montagna, l'unica che utilizza per ottenere gli gnocchi e io, da buona calabrese, dico che Alfio Ghezzi ha profondamente ragione. Io sono abituata ad usare le patate della Sila, "patata d'alta quota", un tipo di patate che rende in maniera eccezionale negli gnocchi, fritte e in molte altre preparazioni. Provare per credere ;) 
Altra cosa assolutamente da provare è l'accostamento degli gnocchi con il miele di melo e la cannella: sono rimasta estasiata, colpita dal connubio di sapori e dalla bontà del miele di melo. Da provare!! 

Prima di salutarci, Alfio Ghezzi prepara un secondo piatto conosciutissimo: “Riso e bollicine”, un piatto creato ad hoc per il ristorante delle Cantine Ferrari, la Locanda Margon, caratterizzato da un  risotto arricchito da un formaggio erborinato, il verde di Montegalda, e dal Ferrari Perlé Rosé.

Da notare il piatto: realizzato appositamente per questo piatto, in modo da ricreare una sorta di bicchiere.



Dopo Alfio Ghezzi è stato il turno del giovanissimo Diego Rigotti, chef del Maso Franch, che è una promessa nel panorama dei grandi chef. 



I suoi piatti mostrano una sapiente cura e raffinatezza e non si può che mostrare ammirazione di fronte al suo Muscolo di agnello con millefoglie di zucca e gelatina grappa o ai suoi Spaghetti Monograno Felicetti cotti in maniera atipica, lasciandoli a mollo in brodo per diverse ore. 




E dopo una new entry nel panorama degli chef, passiamo a uno chef con 2 stelle michelin già da anni, Alfredo Chiocchetti dello Scrigno del Duomo



Da subito chiarisce che non è abituato a parlare, ma a lavorare e a noi questo è più che sufficiente visto che il suo lavoro lo fa con precisione e maestria. 
Per noi ha preparato Gnocchi con ragù di mortandella e miele di rododendro e........ non posso dirvi il secondo perché purtroppo son dovuta scappar via!  Di certo so di essermi persa un grante piatto....e anche una grande cena subito dopo! 



In un solo pomeriggio ho scoperto l'esistenza della mortandela, ho visto all'opera Alfio Ghezzi, mi sono innamorata del miele di melo e ancora di più del suo accostamento con il Trentingrana. Avrei anche gustato un'ottima cena secondo le voci di chi è rimasto... a volte c'è altro da fare, però, per non lasciarvi con un racconto a metà, vi rimando al resoconto di Maria Cristina ;)

lunedì 8 ottobre 2012

Torta senza glutine al cioccolato e mandorle

Prima delle vacanze estive un'amica mi ha regalato un libro che, quando aveva letto, l'aveva riportata con il pensiero a me. "La cucina del buon gusto" effettivamente mi ha fatto ritrovare spesso in pensieri del tipo "Fa proprio come me", "Sembro io", ecc. ecc. Francesca non poteva sbagliare!

DSC_7488

giovedì 4 ottobre 2012

Tartare di manzo, una lunga disquisizione

Per fare bene i compitini, questo mese mi sono messa a studiare! In questo caso la scuola di cui parlavo lunedì non c'entra nulla, ma sto parlando della collaborazione con Fernando, collaborazione che potrebbe essere banalmente chiamata "E mo' che ti inventi con questo vino?" :-)))
Grazie a Groupon, famoso sito di deal che offre promozioni e offerte molto vantaggiose basate sugli "acquisti di gruppo", ho avuto modo di seguire un corso di degustazione di avvicinamento al vino che quantomeno ha chiarito le tante informazioni sommarie e poco chiare che vagavano nella mia testa. Se trovate ancora qualche coupon in giro vi consiglio di buttarvi!
Groupon ha seguito alla perfezione l'acquisto e nel giro di 10 giorni ero già tra i banchi per seguire il corso.



mercoledì 3 ottobre 2012

La Svizzera nel piatto - Fase 2

Dunque, ieri sera è scaduto il tempo per le iscrizioni e siamo arrivati a quota 106 iscrizioni!!
Siamo felicissimi di essere così tanti e soprattutto sentirvi così partecipi!
E siamo molto contenti anche perché, oltre al formaggio, la mucchina ha avuto molto successo! Lei si sente un po’ una star e ora che farà anche la modella nelle vostre foto si sentirà ancora più vip! Però attenzione a non farle montare troppo la testa… :-)

Oggi quindi, oltre che per ricordarvi tutte le regole per procedere nella realizzazione della ricetta,  sono qui anche per ringraziarvi a nome mio e del Consorzio dei Formaggi dalla Svizzera per l’interesse mostrato verso il concorso La Svizzera nel piatto.
Siamo sicuri che le vostre ricette ci lasceranno a bocca aperta!!

 

Ma ricapitoliamo. Ora avete i formaggi (o vi arriveranno a breve), quindi cosa fare?
Innanzitutto create, pensate alla vostra/e ricetta/e e pubblicatela/e sul vostro blog.

Nella realizzazione della ricetta vi ricordo di tener conto di questi criteri:
la ricetta o le ricette, che potranno essere al massimo 2, dovranno essere inedite;
- la ricetta deve appartenere alla tradizione italiana e va reinterpretata con un formaggio svizzero;
- ogni ricetta potrà essere realizzata con un solo formaggio o con entrambi. Se decidete di partecipare con due ricette, potete utilizzare lo stesso formaggio per entrambe o un formaggio diverso per ogni ricetta.

La ricetta che creerete dovrà essere pubblicata sul vostro blog entro il 31 ottobre inserendo:
testo e foto della ricetta stessa, ricordandovi di inserire la simpatica mucchina o le bandierine nella foto;
- il logo del contest nel vostro post e nella barra laterale del blog;
- i link a questo post e al sito Formaggi dalla Svizzera.

A questo punto, se realizzate una sola ricetta, inviateci il link al vostro post, utilizzando il nuovo form che trovate a questo link: www.switzerland-cheese.it/lasvizzeranelpiatto/ e segnalate la vostra ricetta anche con un commento sotto questo o questo.
ATTENZIONE: se realizzate 2 ricette, attendete di pubblicare entrambe le ricette prima di inviare il form!

Il contest terminerà a mezzanotte del giorno 31 ottobre. Le ricette inviate oltre questa data non saranno accettate.

Le ricette partecipanti verranno valutate secondo alcuni criteri di valutazione:
attinenza al tema del contest,
appetibilità della ricetta,
creatività e particolarità della ricetta,
appeal fotografico e del piatto.

Per tutti gli altri dettagli sui premi e su ciò che è accaduto fino a ora vi rimando qui.
Mentre trovate il regolamento completo a questa pagina.  

martedì 2 ottobre 2012

La Svizzera nel piatto: correte a registrarvi!!

Non per essere troppo petulante, so che vi sarete stancati dei miei richiami, però oggi è l'ultimo giorno disponibile per iscrivervi al contest La Svizzera nel piatto. 
In questi giorni sono arrivate veramente tante iscrizioni e io, insieme a tutto il Consorzio dei formaggi della Svizzera siamo entusiasti e trepidanti in attesa di vedere le vostre ricette!!! 
Tuttavia, visto che siamo kamikaze e l'idea di ricevere e dover valutare (so già che sarà durissima scegliere tra le vostre ricette!!!) una montagna di ricette non ci spaventa affatto, speriamo che oggi, ultimo giorno disponibile, arrivino ancora tanti nuovi iscritti! 
Avete tempo fino alla mezzanotte di questa sera!
Le iscrizioni che arriveranno dopo questa data non verranno prese in considerazione.
Per tutti i dettagli potete consultare questa pagina e il Regolamento con tutti i dettagli qui.
Affrettateviiiiiiiiii!!!!



lunedì 1 ottobre 2012

Olive fresche e cambiamenti

In questo periodo è facile trovare olive fresche nei mercati rionali o, per chi è più fortunato, potrà raccoglierle direttamente dal proprio albero. 
Sono anni che, quando arriva il periodo della spremitura delle olive, penso di acquistarne di fresche per farle semplicemente saltate in padella. Intanto, pensando e ripensando gli anni sono passati e io sono arrivata solo ora al momento tanto desiderato.

Related Posts with Thumbnails