mercoledì 21 novembre 2012

Pastificio Gentile e Senatore Cappelli. Un'unione che fa la forza.

C'è sempre un buon motivo per festeggiare. Uno di questi è l'unione di 2 prodotti di eccellenza: la pasta Gentile e il grano Senatore Cappelli, unione - lasciatemi dire - che farà festeggiare anche il nostro palato. 
Io, che di semola di grano duro ne faccio scorte in Calabria per non rimanere a secco in Lombardia, solo per sentire quel profumo di grano che difficilmente ha la farina commerciale, sono entusiasta all'idea di una pasta, che già di per sé è squisita, realizzata con il Grano duro per eccellenza, il Senatore Cappelli. 



Ma perché questa unione è tanto speciale? 
Il grano Senatore Cappelli ha un profumo e un sapore particolarmente intenso, caratteristica che rendono questo grano tanto pregiato. Unito al metodo di essiccazione naturale con cui viene prodotta la pasta Gentile (Metodo Cirillo), un metodo lento e delicato, le caratteristiche di questo grano vengono preservate per dar vita a una pasta dai sentori unici. 


Per presentare questa nuova linea e conoscerne i dettagli, ci siamo ritrovati al Ristorante Vun del Park Hyatt Hotel, dove Alberto Zampino del Pastificio Gentile, la famiglia Scaraia che tutela e possiede i diritti del seme Senatore Cappelli e lo chef di casa -  recentemente stellato ;) - Andrea Aprea, ci hanno accolto per gustare dei piatti a dir poco perfetti e farci trascorrere una piacevole serata tra amici. 



Dopo un insuperabile fritto misto, la cena ha visto protagonisti della tavola due dei formati che personalmente adoro di più: i Mezzi Paccheri e lo Spaghettone.

Mezzi Paccheri Selezione Gentile, Genovese di maiale, friarielli e provola affumicata per iniziare.


Spaghettoni Gentile Selezione Senatore Cappelli, Cacio, Pepe e Finferli per continuare. Questa ricetta tra l'altro è presente nel menù che Andrea Aprea ha pensato per Tutti a Tavola con #Spesalmercato e troverete la ricetta e la lista degli ingredienti al Mercato Ca' Granda da oggi fino a sabato!



E per dessert?
Una Intensità di Limone, accolta con effetti scenici, molto meglio dei fuochi d'artificio. Nuvole di azoto profumate al limone hanno riempito i tavoli e la sala, per farci riempire il palato, l'olfatto e la vista di una vera intensità di limone.



Ovviamente tutto questo non poteva essere che accompagnato da grandi vini: la Cantina Ferrari ha abbinato all'aperitivo e alle portate il Ferrari Riserva Lunelli 2004 Magnum e il Ferrari Perlé Nero 2005.
In una sola serata hanno colpito in pieno 3 delle mie passioni: grano duro di qualità, la Pasta Gentile e il Vino Ferrari, in più c'erano anche gli amici. Serve altro per rendermi felice?! 

3 commenti:

  1. Che fortunata, ti invitano sempre in dei bei posticini :D
    Deve essere stata una serata magnifica. Il dessert è favoloso, davvero d'effetto

    RispondiElimina
  2. Penso proprio che non ti sia mancato nulla ....per essere soddisfatta della serata. Bei piatti, da provare questa pasta! un caro saluto, Peppe.

    RispondiElimina
  3. Grazie mille per esser passati! :-) Pasta e serata veramente perfetti! un abbraccio!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails