lunedì 1 ottobre 2012

Olive fresche saltate in padella

In questo periodo è facile trovare olive fresche nei mercati rionali o, per chi è più fortunato, potrà raccoglierle direttamente dal proprio albero. 
Sono anni che, quando arriva il periodo della spremitura delle olive, penso di acquistare olive nere per farle semplicemente saltate in padella. Intanto, pensando e ripensando gli anni sono passati e io sono arrivata solo ora al momento tanto desiderato.

Olive nere saltate in padella

Al contrario di quanto si possa pensare le olive nere, soprattutto alcune varietà dolci, sono particolarmente adatte ad essere cotte in padella e con il vantaggio di richiedere anche poco poco tempo.  Non solo salamoia quindi, ma anche un aperitivo o un contorno rapido, sfizioso e alternativo da portare in tavola.

Tra l'altro, d'ora in poi, per tutto quest'anno e metà del prossimo, avrò bisogno di ricette veramente sbrigative perché, oltre al lavoro, il blog, le attività di foodwriter, si aggiunge un altro impegno. 
Torno a scuola. 
Un liceo scientifico di cui ormai ho ricordi lontani, una laurea in psicologia che sembra far parte di un'altra vita, tirocini, esame di stato, corsi vari, non sono ancora sufficienti per me. Non sono sufficienti per la mia passione e per la mia voglia di imparare....a cucinare :-) Torno tra i banchi delle scuole superiori, torno per fare l'Istituto Alberghiero. 
Il fatto che io lì dentro sia la più vecchia non mi ha ancora demoralizzato, il fatto di essere la secchiona della classe neanche, invece è stato un duro colpo  dover ammettere di non sembrare più una sedicenne! 
Il bidello si è giocato la mia simpatia con la fatidica domanda: "Professoressa, lei cosa insegna?" 
La mia timida risposta "Ehmm, no. Veramente sono una studentessa." non so se ha fatto più effetto a lui o a me e dover riconoscere che le zampe di gallina vicino ai miei occhi sono ormai comparse è stata la seconda fase critica del mio invecchiamento improvviso: non tutti i giorni si passa dai 16 anni ai 28! Ahimè, ormai nessuno mi chiederà più la carta d'identità per acquistare del vino! 

Di certo ora sono la star della scuola, non c'è persona che non sappia dell'esistenza di una "(secchiona) laureata" tra i banchi e sono sicura che le prof mie coetanee non saranno poi così dure nelle interrogazioni...essere post-adolescenti da un pezzo ha qualche vantaggio! :-)

Ma torniamo a noi: come cucinare le olive nere? 
Saltiamole in padella!

Olive nere saltate in padella


Ingredienti per 4 persone:
500 gr di olive nere
4-5 pomodori da salsa o pelati
1 foglia di alloro
un peperoncino
Abbondante olio (io ho usato il Tre Cime della Fattoria San Sebastiano. Un olio calabrese per abbinarlo a una ricetta che sa molto della mia terra)
uno spicchio d'aglio
2 foglie di salvia
aceto per sfumare
sale

Procedimento: 
In una padella far soffriggere l'aglio nell'olio. Unire i pomodori in pezzi avendo cura di spellarli prima di unirli in padella. Far rosolare velocemente, aggiungere l'alloro, le olive, la salvia e il peperoncino. 
Far cuocere finché le olive si saranno appassite, ci vorranno circa 20 minuti. Sfumate con l'aceto e spegnete. Potete servire le olive saltate in padella calde, tiepide o fredde per contorno, antipasto o per uno sfizioso aperitivo!
Le olive nere così realizzate hanno un caratteristico sapore amarognolo.

English Version -  Fresh olives 

Ingredients x 4: 
500 g of black olives
4-5 tomatoes for sauce
1 bay leaf
a hot pepper
plenty of oil
a clove of garlic
2 sage leaves
vinegar to soften
salt

Direction: 
In a frying pan, fry the garlic in the oil. Add the tomatoes into pieces, taking care to peel them before you put them in a pan. Sauté quickly, add the bay leaves, olives, sage and pepper.
Cook until the olives have softened, it will take about 20 minutes. Sprinkle with vinegar and turn off. Serve hot, warm or cold as a side dish or appetizer!

25 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Scusa per il pasticcio! Ma oltre a dirti che le olive cotte così le adoro, volevo dirti che sei molto coraggiosa nel tornare sui banchi di scuola. Ti capisco l'ho fatto anch'io tanto tempo fa. Buona giornata silvana

    RispondiElimina
  3. Mai mangiate le olive fresche, non immaginavo nemmeno si potessero usare. La tua padellata dev'essere proprio stuzzicante con quel pizzico peproncinoso :)
    Un grosso grosso in bocca al lupo per i nuovi studi e anche se ti senti "la più vecchia" della scuola, sei ancora una bambina :) Pensa se ci tornassi io...sarei la nonna lì dentro! Forse è per questo che non ne ho il coraggio e lascio il sogno nel cassetto.
    Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me non c'è età per queste cose se c'è la voglia di farlo ;)

      Elimina
  4. In bocca al lupo per la nuova avventura!! :D

    RispondiElimina
  5. Innanzitutto bella l'idea delle olive..non ci avrei mai pensato..però davvero originale!!
    Secondo poi, ma come ci hai pensato a tornare a scuola??? è un'idea formidabileeee :)!! ecco perchè non ti becco più on-line :)! Non vedo l'ora di beccarti x sentire i dettagli..sono stracuriosa! Nell'attesa, ti auguro un grosso in bocca a lupo..sei bravissima...e ammiro la tua scelta! Tante volte ho pensato che la scuola alberghiera, tanto snobbata all'età in cui avrei potuto sceglierla, avrebbe potuto in realtà aprirmi molte più strade di quelle che mi si apriranno con una laurea in giurisprudenza e una maturità in ragioneria!! Seguirò i tuoi sviluppi :)! un bacione

    RispondiElimina
  6. Cara Terry non è per niente vero ,non ci vediamo da un anno è vero ma il tuo visino da 16 enne me lo ricordo bene e non credo possa essere cambiato tanto dall'ultima volta! :) brava per questo spirito di rimetterti in gioco... io sogno spesso di tornare fra i banchi di scuola ma è sempre (o quasi ) un incubo! Non so se ce la farei! Certo è che sarei più consapevole... è l'alberghiero non è da sottovalutare come opzione... Ancora brava davvero, ti stimo! :)
    Per quanto riguarda le olive... mi fai venire voglia di tornare in sicilia, i miei andranno tra poco per fare la raccolta e la spremitura... mmm ;)

    Vevi :)

    RispondiElimina
  7. sei un mito!!! una che fa veramente le cose sul serio. un grandissimo inboccaallupo! Un bacione e a presto!

    RispondiElimina
  8. Le olive fresche non le ho mai mangiate, e dubito di poter rimediare a breve :-)
    Invece posso dire che dalla foto dimostri si e no 15 anni, il bidello avrà voluto fare lo spiritoso...;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania...la foto è di 3 anni fa... eh, gli anni passano :P

      Elimina
  9. Che bello tornare sui banchi di scuola brava ;) Curiosa la tua ricetta ,non avevo idea che si potessero cucinare le olive in padella senza essere prima trattate in qualche maniera... proverò ;)

    RispondiElimina
  10. ti faccio veramente i complimenti per questa tua voglia di ricominciare, di imaparare e di miglirare sempre. Sei ammirevole :)

    RispondiElimina
  11. Hai capito la mia "nipotina"!!!
    Bravissima. Questa tua nuova iniziativa mi sembra davvero lodevole, oltre che coraggiosa.

    Tienici aggiornati, mi raccomando! ;)

    RispondiElimina
  12. Tery! Sono certa che quest'esperienza ti darà tantissimo! Quando ti guardo parlare di cucina vedo in te lo stesso entusiasmo che ho io...hai gli occhietti che sberluccicano e questo è meraviglioso! E per una volta essere "secchiona" non sarà poi così male :)!!!
    E le olive?! Ma sai che non sapevo proprio che si potessero preparare come contorno?! Non ci avevo mai pensato :)! Ottima idea! la proverò!
    Un bacino grande grande!!!
    Ema

    RispondiElimina
  13. Che fortuna! Qua dove abito io non si trovano neanche a pagarle peso d'oro...son davvero buone. Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  14. Cara Tery,
    un grande in bocca al lupo per questa nuova avventura che sono certa stai affrontando con lo giusto spirito da "secchiona" :-) spero di poterne presto sentire i racconti magari dal vivo!

    un bacione
    Claudia

    RispondiElimina
  15. Ricetta gustosa come sempre, anche noi in Puglia le "cuciniamo" in questo modo, del resto siamo vicine di Regione quindi mi ritrovo molto nel modo di cucinare ;-)
    In bocca al lupo per la nuova avventura! ;-)
    ciao Marinella

    RispondiElimina
  16. Ma che bello Tery, in bocca al lupo!
    /zampe di gallina???? Io vengo li e te meno, altroché! :P

    RispondiElimina
  17. buona fortuna allora! non sai quanto piacerebbe anche a me :)

    RispondiElimina
  18. Ciao Tery!
    Complimenti per la tua tenacia e la voglia di metterei in gioco!
    In bocca al lupo per questa nuova esperienza!
    Un abbraccio
    Tania

    RispondiElimina
  19. Grazie mille a tutti per il vostro supporto e un mega crepi per tutti i vostri in bocca al lupo!!! Spero di uscirne viva :-)

    RispondiElimina
  20. Le olive come contorno mi mancano... ancora (ora chi mi ferma più?! Io che potrei mangiarne un quintale in un colpo solo!!!).

    Caspita, tornare sui banchi di scuola (superiore) non è da tutti.. e pensare che io non l'ho fatto solo perché mi avevano detto (rispondendo a mie domande in proposito) che non era possibile prendere un secondo diploma! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si è mai troppo vecchi per studiare secondo me.... credo sia una delle cose che ci mantiene sempre giovani!

      Elimina

Related Posts with Thumbnails