martedì 29 maggio 2012

Merenda in giardino

Voglia di sole, di estate, di scappare  dalla routine, dalla dichiarazione dei redditi e da tutta la burocrazia a cui star dietro in questi giorni e anche dalla tecnologia che sembra non volermi. 
Quello di cui ho voglia è passare pomeriggi in giardino, sotto il sole, in mezzo all'erba e magari con qualche dolce con cui coccolarsi.



Seguendo le mie voglie di pace e fuga dal mondo, ho pensato di scrivere un post dedicato al sole e alle coccole. Una merenda in giardino coccolata da 2 torte realizzate di recente, profumate, colorate e a base di frutta. Consumate in giardino o in balcone, sotto il tiepido sole del mattino. Chissà, magari scrivendone e riguardando le immagini, i miei desideri si attenueranno?



La ricetta della genoise l'avevo già presentata qui, ma dato che mancava sul blog una ricetta della lemon curd, ho pensato che era una buona idea per recuperare! 
L'Angel cake di Montersino l'ho vista da Commis e visto che avevo una montagna di albumi da far fuori è stata un'ottima soluzione al posto di meringa o macaron. 
In realtà non sono rimasta esaltatissima dal sapore dato che non amo molto il sapore di uovo nei dolci, però, per qualche strano motivo, ogni volta che iniziavo a mangiarla non riuscivo più a smettere. E poi, provatela con la Nutella!



Genoise e lemon curd
Ingredienti:

Per la gènoise (x una teglia da 28 cm da crostata o 1 da 20 cm se si vuole dare la tipica forma del pan di spagna)

Ingredienti: 
95gr di farina 00
95 gr di zucchero
95 gr di burro
3 uova medie
un pizzico di sale 
1 bacca di vaniglia

Per la lemon curd (ricetta di Philippe Conticini) :
3 limoni, succo e buccia
3 uova
75 gr di burro
100 gr di zucchero

Procedimento:
Per la lemon curd:
Fate sciogliere il burro insieme alla scorza grattugiata di un limone a fuoco basso in una pentola con fondo spesso. A parte sbattere le uova e spremere i limoni. 

Quando il burro è fuso e mostra le prime bolle unite lo zucchero e mescolate finché non sarà completamente sciolto. 
Versate a filo il succo dei limoni e le uova sbattute, avendo dura di mescolare continuamente, come per la crema pasticcera, finché la crema si addenserà. 

Togliete dal fuoco e versate nei vasetti. Fate raffreddare e poi conservate in frigorifero per una notte prima di usarla. 


Per la genoise: 
Sciogliere il burro senza farlo friggere. 
Porre le uova in una pentola di acciaio che possa essere messa a bagnomaria insieme allo zucchero e il sale. Amalgamare rapidamente gli ingredienti senza montare. 
In un'altra pentola più ampia mettere a scaldare l'acqua fino a portarla quasi a bollore. Spegnere il fuoco e porvi dentro il tegame con le uova. Montare le uova e lo zucchero per una decina di minuti fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso e che "scriva", cioè, facendo cadere la crema nella ciotola, questa lasci impresso il suo segno per qualche secondo. 
A questo punto togliere la pentola dall'acqua calda e porlo in un'altra ciotola con acqua fredda e continuare a montare la crema, ma con movimenti dal basso verso l'alto, fino a che non sia completamente fredda.
Incorporare la farina setacciata con movimenti dal basso verso l'alto molto delicati in modo da non sgonfiare l'impasto e in ultimo il burro fuso, sempre mescolando delicatamente. 
Versare l'impasto in una teglia (come questa che ho utilizzato per questa torta) imburrata e infarinata e cuocere in forno a 160° per 30 minuti. 





Angel Cake di Montersino

Ingredienti:
360 g di albume
200 g di zucchero semolato
5 g di cremor tartaro
150 g di farina 180 W 
150 g di zucchero semolato 
10 g di amaretto di Saronno
2 g di scorza di limone
2 g di sale
1 bacca di vaniglia. 


Facoltativo: frutti di bosco


Procedimento: 
Montate l'albume con una parte dello zucchero. 
Miscelate la farina con lo zucchero restante, il cremor tartaro, il sale, la scorza di limone quindi unite la meringa amalgamando delicatamente dal basso verso l’alto; in ultimo unite l’amaretto. 
Con l’aiuto di una sac a poche riempite la teglia, in modo da ottenere una alveolatura uniforme e fine. Io ho omesso questo passaggio e come potete vedere dalla foto l'alveolatura è più spessa.  
Ho versato metà composto in teglia, poi ho cosparso di frutti di bosco e ho concluso con il restate impasto. 
Fate cuocere in forno caldo a 170° per 30-40 minuti (prova stecchino per verificare la cottura).

English Version -  Genoise and lemon curd

Ingredients: 

For génoise (For 28 cm tart pan or 20 cm if you want to give the typical shape of the sponge)


95gr flour 00
95 grams of sugar
95 grams of butter
3 medium eggs
a pinch of salt
1 vanilla bean

For the lemon curd (recipe by Philippe Conticini):
3 lemonsjuice and zest
3 eggs
75 g of butter
100 of sugar


Direction: 

For the lemon curd:

Melt the butter with the grated rind of a lemon over low heat in a heavy bottomed saucepanApart beat the eggs and squeeze the lemons.
When butter is melted and shows the first bubbles add the sugar and stir until completely melted.
Pour slowly the lemon juice and beaten eggsstirring constantly until the cream will thicken.
Remove from heat and pour into jarsLet cool, then refrigerate over night before using.

For the Genoise:
Melt the butter without frying it.
Place the eggs in a steel pot that can be put in a double boiler with the sugar and saltMix the ingredients quickly without mounting.
In another pot put larger heat the water until it almost boils. Turn off the heat and put into the pan with the eggsBeat eggs and sugar for about ten minutes until mixture is light and fluffy and "write", ieby dropping the cream into the bowllet this imprinted its mark for a few seconds.
At this point remove the pot from the hot water and place in another bowl with cold water and continue beating the cream, but with movements from the bottom up wards, until it is completely cold.
Stir in the flour sifted with movements from the bottom up very delicate so as not to deflate the dough and finally add the melted butterstirring gently.
Pour the mixture into a baking dish (like this one I used for this cakegreased and floured and bake at 160 °C for 30 minutes.




Angel Cake

Ingredients: 

360 g of egg white

200 g of caster sugar
5 g of baking powder
150 g of flour 180 W
150 g of caster sugar
10 g of almond based liqueur 
2 g of lemon peel
2 g of salt
1 vanilla bean.

Optionalberries


Direction: 

Whip the egg white with one part sugar.

Mix the flour with the remaining sugarbaking powder, salt, lemon zest, then add the meringue, mixing gently from bottom to topfinally joined the liqueur.
With the help of a pastry bag fill the pan, so as to obtain a uniform and fine bubbles. I have omitted this step and, as you can see from the photos, the bubbles are large.
I poured half of mixture into pan, then I sprinkled with berries and I completed with the finished dough.
Bake in preheated oven at 170 °C for 30-40 minutes (tooth pick test to check the cooking).

39 commenti:

  1. Con questo sole e il lago blu che più blu non si può, viene voglia veramente di mettere il costume e via...E invece il dovere chiama!
    Belle le tue torte e se te la devo dire tutta bello proprio questo garden-post! Come già sai l'angel cake a me è piaciuta parecchio! E' uno di quei dolci leggeri che più ne mangi e più ne mangeresti, forse anche perché sono da pochi sensi di colpa! E anche l'altra torta è veramente bella! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara! E grazie per le tue super forniture! Questo zucchero che mi hai regalato l'ho conservato apposta per fotografarlo!

      Elimina
  2. Posso venire a fare merenda con te in giardino? L’angel cake continuo a sognarla, dimentico sempre di mettere da parte un po’ di albumi :( Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo cara! Ti aspetto! ;-) un bacione!

      Elimina
  3. Oh che bello, vengo anch'io! Magari mi prendo una fettina di quel delizioso angel cake: ti è venuto davvero... angelicamente soffice, brava!!

    RispondiElimina
  4. Voglio venire anche io, ci sono tutte cosine che mi piacciono!!!

    RispondiElimina
  5. Ma quante delizie!!!!!!
    Buonissime!

    RispondiElimina
  6. L'angel cake sembra davvero fatta di nuvole =)

    RispondiElimina
  7. Wow una più buona dell'altra!!!! un bacione

    RispondiElimina
  8. Ciao Tery!! Ma questo angel cake è proprio...paradisiaco! Mi sa di buono, di casa, e proprio di merenda...e se la si fa in giardino, ancora meglio! Bacioni!!

    RispondiElimina
  9. Ho voglia anch'io di sole, caldo, aria aperta.... ma questo tempo non sembra volerci accontentare... :-(
    Intanto, mi consolo con queste immagini e l'idea di fare (finalmente) la lemon curd, visto che mio papà mi ha dato un sacco di limoni che lui coltiva (quindi bio al 100%)...!!!
    Baci baci
    Franci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello avere i limoni bio del papà!! :DD

      Elimina
  10. Fuggirei volentieri,magari con queste delizie in borsa!!Ma penso che i tuoi desideri non si attenuino,anzi guardando queste immagini,non si fanno che rinforzare!!Insomma Tery qui siamo tutte con lo zaino in spalla e la bocca piena di queste golosità!!Un abbraccio cara,ti sei superata..non so proprio cosa scegliere!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti hai ragione Damiana...! Purtroppo non passa così la voglia... ehhh

      Elimina
  11. una merenda così rimette in pace con il mondo!

    RispondiElimina
  12. Ciao Tery che meraviglia il tuo angel cake.
    Da poco ho un blog di cucina anche io, se vuoi venire a curiosare mi trovi su cioccomela.blogspot.it.

    Ti aspetto!
    Antonella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, grazie mille!
      Vengo subito a curiosare :)

      Elimina
  13. io ho avuto la tua stessa reazione all'angel cake: in linea del tutto teorica non dovrebbe essere un dolce che amo particolarmente, per consistenza e sapore troppo neutro. e invece continuavo a mangiarla apprezzandola proprio per la sua spugnosità. mah :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Misteri incomprensibili della golosità! :P

      Elimina
  14. stupende! che belle le merende in giardino...

    RispondiElimina
  15. Ciao! questo è un invito a banchettare altro che ufficio! saremmo proprio indecise tra la crostata al lemon crud, fresca e leggera, o la ciambella all'amaretto, soffice e golosa!
    entrambe splendide e buonissime!
    un bacione

    RispondiElimina
  16. Tanta roba! Belle ricette, da rifare! E' una vita che voglio fare il lemon curd, prima o poi mi deciderò! :)

    RispondiElimina
  17. Una vera delizia !!!! Complimenti.

    RispondiElimina
  18. Avercelo un giardino...e avercelo un balcone qua a bologna :(((
    e avercela una zuccheriera come la tua, davvero molto stilosa :DD

    Non ti sarai mica mangiata tutto da sola vero? perchè potresti anche chiamare le amiche a darti una mano nello spazzolamento ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, le merende senza amiche che senso hanno??? ;)
      Zuccheriera rubata alla mamma ovviamente :P

      Elimina
  19. Splendide entrambe! Due torte diverse ma egualmente golose!!!! Io ci metterei anche un libro e sarei perfettamente in relax :-)
    Baci

    RispondiElimina
  20. Ti faccio compagnia anche io in giardino, assaporando questi dolci magnifici! (segno tutto intanto!) :)

    RispondiElimina
  21. Ciao vada per il riposo in giardino e per una bella fetta di ognuna di queste deliziose torte :-D Da oggi ti seguo anche io, ciao ciao

    RispondiElimina
  22. A me di sicuro adesso è venuta una voglia irrefrenenabile di dolce...come faccio ora ?!! ;)

    RispondiElimina
  23. Io avrei faticato a scegliere tra le due. Entrambe bellissime, e di certo molto buone. Bellissime le foto...ah vorrei un giardino per simili merende piene di coccole! Mi piace molto il tuo blog, lo seguirò spesso...ciao!

    RispondiElimina
  24. Che spettacolo, due dolci favolosi, adoro poi la lemon curd... La angel food è una vota che voglio provarla...ho preso anche lo stampo ...devo muovermi ;) tu sei bravissima come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara!!! :-)) grazie mille!! :*

      Elimina
  25. è tutto così... incantevole. Si percepisce proprio l'atmosfera rilassata e pigra da tè delle cinque...

    RispondiElimina
  26. Piecе of ωгitіng wгiting is also a fun, if you bе acquaіnteԁ wіth аfter that you
    can wгite otherwise it is compleх to write.


    Feеl free to visit my blog - grapevine tx taxi
    my web page - street smart taxi irving tx

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails