mercoledì 1 febbraio 2012

Che mi sono persa!

Ieri è stata una giornata di "devo fare un sacco di cose": eventi, impegni, tutto concentrato e finito invece in un grande "puff", una nuvola di fumo. La settimana, a pochi giorni da Identità Golosa, è carica di impegni e lavoro accumulato, ma questo non toglie il desiderio di fare un enorme augurio e saluto alle persone che avrei dovuto incontrare.



Alle ore 18.00 avrei dovuto essere qui: alla presentazione del Grand Hotel Alassio.
Ho conosciuto il Grand Hotel al Merano Wine Festival e qui ho già raccontato di quanto sono rimasta entusiasta dall'incontro con lo chef Tommaso Pavone e il Direttore Giulio D'Alberto, soprattutto per il loro entusiasmo e per la sensazione di "famiglia" di cui mi sono sentita quasi parte per un attimo! Raro per un ambiente lavorativo, no?
Ieri è stato ufficialmente presentato l'Hotel con tutti i suoi servizi, la Thalasso terapia e la medicina estetica. L'hotel infatti vanta un centro thalasso-terapico "puro" (cioè con acqua presa direttamente dal mare) veramente unico, realizzato nello splendido contesto di Alassio e affiancato da una particolare attenzione al cliente, passando ovviamente anche per l'ottima cucina!
Quindi, anche se non ce n'è assolutamente bisogno, oggi vorrei fare un enorme augurio al Grand Hotel e tutto il suo staff!

Aggiornamento: ecco il comunicato stampa della presentazione!

"Espressione di un raffinato stile neoclassico, Il Grand Hotel Alassio, le cui origini risalgono alla fine dell’Ottocento, è stato recentemente soggetto ad un attento e preciso recupero storico, che ha riportato il Grand Hotel  al suo splendore originale.

Contemporaneamente l’aggiunta di una nuova area pregiata, la “Thalassio SPA”, lo collocherà presto tra i grandi alberghi più rinomati ed eleganti della nostra penisola.

Gli ospiti del Grand Hotel possono scegliere tra una vasta gamma di tipologie di soggiorno, a partire dalla scelta delle camere: Superior, De Luxe, Terrace De Luxe, Suite, e Suite Deluxe, tutte presentate con un nuovo mood essenziale, accogliente ed elegante, dispongono di vista sul mare o sul centro storico e dei confort richiesti attualmente in un Hotel di questa categoria.

Il Ristorante è ambientato in una sala conservatories non eccessivamente formale, l’esperienza gourmet offre raffinati sapori della cucina italiana, interpretati dallo chef Alessandro Santangelo.  Sempre nel rispetto dei sapori della cucina mediterranea, il primo
obiettivo è di “coccolare” i clienti unendo la naturalezza, e quel rapporto che si incontrano solo a casa propria, alla creatività culinaria.

Essendo la Liguria una terra stretta fra mari e monti, si può scegliere il classico “Pesto” per i primi o pesce e cacciagione fra i secondi, il tutto condito dalla scelta rigorosa fra i presidi Slow Food locali, quali il Carciofo di Perinaldo, l’Asparago Violetto di Albenga, l’Aglio di Vassalico, la Toma di Pecora Brisasca, il Gallo Nero della Val di Vara, i Fagioli di Badalucco oltre alla Castagna esiccata di Calizzano e Murialdo e l’Albicocca di Valleggia.

Etichette pregiate contraddistinguono la vasta selezione dell’Enoteca dell’Hotel, dove periodicamente vengono allestite degustazioni aperte anche a ospiti esterni.

La Thalassio SPA, coordinata dallo SPA Manager Luca Musella è stata creata per offrire pace e serenità agli amanti della salute e del benessere. Gode anche della prestigiosa consulenza del Dott. Giacomo Urtis in Medicina Estetica.

Questo eccellente servizio è completato dall’utilizzo dei rinomati prodotti della Piroche Cosmètique, la cui fonte d’ispirazione è la filosofia asiatica, che considera benessere, vitalità ed equilibrio interiore come aspetti in stretta simbiosi tra loro ed il risultato della nostra bellezza naturale come espressione della nostra energia vitale.
  
In tutti i trattamenti Piroche il metodo bioenergetico, accompagnato da sostanze attive naturali, favorisce la detossinazione dei tessuti, donando al viso lineamenti più distesi ed al corpo una ritrovata tonicità e vitalità; in questo modo, tramite il corretto fluire dell’energia, si riporta corpo, mente e anima al loro equilibrio naturale.
Il risultato è un vero benessere psico-fisico, riflesso da un aspetto fresco e luminoso e assolutamente naturale.

La Thalassio Spa propone una molteplicità di lussuosi trattamenti, fra cui cure disintossicanti, antiaging, dimagranti e masso fisioterapiche; cabine dotate di vasche Niagara, Osmosis, Vicky Talasso e Talax idro; un’area thermarium con annessa camera relax, un fitness corner con possibilità di personal trainer e un terrazzo solarium. In fine un ambulatorio di medicina-estetica e dietologia, per soddisfare al massimo le esigenze dei clienti.

La posizione da sempre privilegiata del Grand Hotel Alassio, rappresenta anche una perfetta location per piccoli e ricercati viaggi incentive grazie ad una sala panoramica per 70 ospiti, dotata dei requisiti tecnologici necessari.

L’esclusiva spiaggia privata di finissima sabbia di quarzo e calcare naturale completa l’offerta del Grand Hotel con ogni dotazioni di lusso: spaziose cabine, morbidi lettini color panna dove distendere le menti stanche dalla routine cittadina, un gazebo rialzato dove pranzare, accomodarsi all’ombra dei bianchi tendoni a leggere un libro o deliziarsi con freschi e sfiziosi cocktail, tutto questo per garantire agli ospiti momenti di relax e divertimento davanti al panorama suggestivo ed esclusivo della Baia di Alassio e dell’Isola Gallinara."

Alle 20,00 invece avrei dovuto essere al The Hub.
So che il Natale è passato, ma "qualcuno" ci ha insegnato che è sempre tempo per il panettone. Soprattutto quando si parla di un lievitato di elevata qualità, realizzato con le migliori materie prime: proprio come quelli di Loison
Ormai noi foodblogger lo adoriamo tutte (è così vero?!) e quando si parla di buttarci su una fetta del suo panettone o piuttosto di "buttare" la fetta direttamente in un bel risottino, di certo non ci tiriamo indietro! 
E per quanto riguarda me, anzi, noi di Phood, Loison, in termini di prodotti, ma anche Dario, colui che i panettoni li produce, ci piace così tanto che gli abbiamo chiesto di seguirci come sponsor per l'avventura di Identità Golose. La prossima settimana arriveremo con qualche notizia su di lui e, soprattutto, una intervista in cui speriamo di chiedergli tutte le cose che vorremmo sapere....ma non avremmo mai osato chiedere! :-))



Identità Golose, però, ancora non è arrivato, mentre la Panetùn'Night c'è stata e io mi sono persa una bella degustazione di piatti realizzati con il panettone! 
Tutto grazie a Carlo Vischi, all'ospitalità del The Hub e alla collaborazione di Trenta Editore e Le Stelle si incontrano
Sandro Mesiti, resident chef del The Hub e lo Chef Alberto Basso del Ristorante 3quarti di Grancona - Vicenza hanno realizzato piatti, dall'antipasto al dolce, con protagonista il panettone. 
Già la locandina dell'evento diceva "In briciole, in salsa, in infusione, a scrigno, in granella, dolce, salato, piccante, cremoso, ghiacciato, croccante, in millefoglie, a frittella..." insomma, mi sono persa veramente qualcosa di eccezionale!
Ma per questi piatti c'è ancora tempo: tutte le ricette realizzate con il panettone rimarranno nel menù dell'hotel per tutto il mese! Qualcuno viene a cena con me al The Hub? 


6 commenti:

  1. Lunedì cena insieme al the Hub, che ne dici ;)?! E panettone Loison sia!
    Mi disp per la serata persa ma il lavoro è il lavoro! E sono certa che avrai altre possibilità per cene altrettanto interessanti! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se siamo intere dopo una giornata di Identità Golose...e non abbastanza sazie!! hhahahahaha

      Elimina
  2. Magari, io come al solito sono sempre troppo lontana :(

    RispondiElimina
  3. Seguo il tuo sito da qualche settimana, wow è una delizia per il palato e per gli occhi!!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails