lunedì 9 gennaio 2012

Ravioli di stufato

Ok, ritorno, un po' controvoglia, lo ammetto.  Fino a ieri pomeriggio ero al mare e ora sono di nuovo a Milano, pronta per andare a lavoro. 9 ore dall'arrivo a Milano e il ritorno alla routine non sono poi così tanti vero?




Ma meglio non pensare alle cose noiose....come sono andate le vacanze??? Ricevuto tanti bei regali?? 
Io mi sono lasciata un po' coccolare dalla mamma e dal fidanzato, finalmente ho ripreso un po' il fiato e ora sono pronta per tornare ai ritmi frenetici (ma magari anche no). Ma ancora non vi ho fatto ufficialmente gli auguri per l'anno nuovo.... un felicissimo 2012 a tutti!!!!!!!!!!!!!

Per ricominciare in maniera un po' più soft, oggi, ho pensato di pubblicare questa ricetta della tradizione pavese. Un piatto amato dal mio ragazzo e di cui il nonno riusciva a farne fuori 5 piatti di fila! 
Nella provincia di Pavia potete mangiarli in quasi tutti i ristoranti; le nonne e le mamme li preparano in casa durante i giorni di festa e alla domenica e per la famiglia è sempre un momento di gioia. Sono quei piatti che sanno di amore, di famiglia, di tradizione...tutte quelle cose buone che rendono una ricetta speciale. 
Questi ravioli sono ripieni di stufato e conditi con lo stufato. E' uno stufato semplice, realizzato solo con aglio e tanto tanto burro, e alla fine con pochi ingredienti si ha un piatto delizioso! 
Quando al mio ragazzo ho detto "devo preparare lo stufato per un contest!",  ha subito esultato come un bambino (giusto perchè ormai si mangia in base alle rubriche che seguo, ai contest, ecc ecc...): è chiaro quanto siano speciali questi ravioli? :-)

Con questa ricetta partecipo al contest dedicato allo Stufato di Eleonora, realizzato in collaborazione con Teatro 7 e Gualtiero Villa.


 Ingredienti per 4 persone:
Per lo stufato: 
1-1,2 kg di cappello del prete o altro pezzo da stufato
2 spicchi d'aglio
Sale
Un filo d'olio evo e una noce di burro per rosolare
Tanto tanto burro, 150-200 gr circa
2 bicchieri di vino rosso corposo



Per la pasta: 
400 gr di farina 00 e semola di grano duro (faccio un misto)
2 uova
Acqua qb

Per il ripieno:
Mezzo chilo di erbette
La carne dello stufato (circa metà)
2 uova
Parmigiano grattugiato in abbondanza
Sale e pepe nero
Noce moscata

Per il sugo: 
Il resto della carne dello stufato
Burro
Parmigiano grattugiato


Procedimento:   

Per lo stufato: 
Steccare la carne con l'aglio, scaldare l'olio e la noce di burro in una pentola e farvi rosolare la carne. Salare.
Quando ben colorita, sfumare con il vino rosso, abbassare il fuoco e far cuocere coperto per un'ora e mezzo. A questo unire il resto del burro e far cuocere per un'altra ora e mezzo.  Quando cotto, lasciar raffreddare completamente.

Per la pasta: 
Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formare una palla, avvolgere nella pellicola e lasciar riposare per un'ora.

Per il ripieno:
Pulire le erbette e sbollentarle in acqua calda. Scolarle per bene e tritarle finemente. Tritare finemente anche la carne dello stufato (metà) e mescolarlo alle erbette. Aggiungere le uova, il parmigiano, la noce moscata, pepe nero, regolare di sale e amalgamare il tutto. 

Per formare i ravioli:
Stendere la pasta e posizionarla su un raviolatore ben infarinato. Riempire con il ripieno e rivestire con un altra sfoglia di pasta. Appiattire facendo una leggera pressione con le mani e passare con il mattarello per formare e staccare i ravioli.

Per il sugo:
Tritare il resto della carne aiutandosi con una mezza luna. In una padella porre una noce di burro, con qualche cucchiaio del burro di cottura della carne. Scaldare e aggiungere la carne tritata. Unire anche qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta e farlo cuocere per una decina di minuti.  
Cuocere i ravioli, unire il sugo, tanto parmigiano grattugiato e servire. 



English Version -   Ravioli with stew


Ingredients for 4: 

For the stew:
1-1,2 kg of meat for stew 
2 cloves of garlic
Salf
A little olive oil and a knob of butter for browning
A lot of butter, about 150-200 g
2 glasses of red wine


For the dough:
400 g of 00 flour and durum wheat (I do a mix)
2 eggs
Water as needed


For the filling: 
A pound of herbs
The meat of the stew (about half)
2 eggs
Plenty of Parmesan cheese
Salt and pepper 
Nutmeg

For the sauce: 
The rest of stew
Grated parmesan cheese
Butter



Direction: 

For the stew:
Splinting the meat with the garlic, heat oil and butter in a saucepan and brown the meat. Season with salt.
When well colored, blending with the red wine, reduce heat and simmer covered for an hour and a half. To this add the remaining butter and cook for another hour and a half. When cooked, allow to cool completely.

For the dough:
Mix all ingredients until dough is smooth and homogeneous. Shape into a ball, wrap in plastic wrap and let stand for one hour.

For the filling:
Clean the chard and blanch in hot water. Drain well and chop finely. Finely chop the flesh of the stew (an half), and mix it with herbs. Add eggs, Parmesan, nutmeg, pepper, salt and mix well.

To form the ravioli:
Roll out the dough and place on a well floured mold for ravioli. Fill with the filling and cover with another sheet of dough. Flatten by a slight pressure with your hands and go with a rolling pin to form and remove the ravioli.

For the sauce:
Chop the rest of the meat with the help of a chopping knife. In a pan, put a knob of butter with a tablespoon of butter of the stew. Heat and add the minced meat. Also add a few tablespoons of the pasta cooking water and cook for about ten minutes.

Cook the ravioli, combine the sauce, the grated Parmesan and serve.

25 commenti:

  1. E ci credo che saltava di gioa, è una ricetta con pochi ingredienti dici tu però elaborata e sicuramente gustosa!! Quei ravioli sono fantastici... buon anno a te cara Tery ♥

    RispondiElimina
  2. Bentornata, Tery!
    ...e complimenti per il piatto! :)

    RispondiElimina
  3. Buon 2012 Tery!
    Buona ripresa anche a te e grazie per questa buonissima ricetta!
    un bacio
    Claudia

    RispondiElimina
  4. Buon anno anche a te...e a questo punto anche buona giornata, vado a rilento anche io, faccio fatica a carburare, ma ci toccherà resistere! Bellissimo piatto!

    RispondiElimina
  5. è brutto riprendere...lo so!!! Guarda a 5 piatti non ci arriverei di certo ma a 3 di sicuro si...buona settimana, ciao.

    RispondiElimina
  6. ciao tery del mio cuore, come stai? che belle foto e penso sia inutile che te lo dica lo sai come la penso ^_-, bella ricetta mi è venuta fame a quest'ora gnam....un augurio di felicità per il tuo 2012 tvb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara sei un vero tesoro! tantissimi auguri anche a te! Ti voglio bene anche io :)))

      Elimina
  7. Mamma mia che bei ravioli!! E ti credo che il fidanzato esulta.. io farei pure la ola! :D

    RispondiElimina
  8. Presi per la gola !!! Grandissimo ritorno ...
    Ciao Tery un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  9. uff, a chi lo dici, stamattina tornare al lavoro è stata una vera e propria tortura!!!!
    Buoni questi tuoi ravioli, sfiziosi ed originali con lo stufato... :)

    ciao e buon anno!!!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao bella, Augurissimi anche a te!Che bell’idea partecipare con dei ravioli (di stufato) al contest di Ele, mi piacciono da morire, devono essere squisiti!Forse a 5 piatti non arriverei, ma a 2 o 3 di sicuro!Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  11. Avrei esultato anche io se mi fossi trovata davanti un piatto simile! Che bontà!
    E il rientro mia cara è giusto che sia soft...Prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno! L'importante è che le feste sia trascorse bene e che ti abbiano ricaricata!
    Un bacione

    RispondiElimina
  12. questi ravioli sono da urlo! ;)

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. salterei di gioia anche io...
    originalissima partecipazione, Tery.
    Grazie e in bocca al lupo!
    Ele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Ele per l'occasione!

      Elimina
  15. Non mi parlare di voglia, che stamani è stata una tragedia alzarsi per andare a lavoro...per non parlare delle consuete 8 ore diventate improvvisamente un eternità! Però mi basta tornare a casa, accendere il pc e gustarmi questo tuo gran piatto per ritrovare il sorriso! E' veramente invitante!!!

    RispondiElimina
  16. Che buon piatto....oggi è stato tragico per tutti.....

    RispondiElimina
  17. un piatto ideato in maniera molto bella, e poi presentato in modo così elegante
    Brava.. bentornata :) che in fondo Milano, è sempre Milano!!

    RispondiElimina
  18. Ciao Tery, che gola quella foto, sono le preparazioni che adoro, mi fanno sentire un pò in colpa ma supero :-D Buona giornata.

    RispondiElimina
  19. Al mare??? Beata te che almeno lo hai vissuto un pò!!! Ma sai che questo è lo stufato che più mi piace fino ad ora? Sarà che sono "pastaiola" ma a me quei ravioli mi sanno tanto di buono!!!

    Dnatella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Donatella!!! In effetti anche io sono molto pastaiola, per cui di certo se mi dovessi trovare a fare una scelta prenderei sicuramente pasta più che carne!
      Mare, sì, me lo sono goduto per qualche giorno... Te ne mando un po' per email?? :-))

      Elimina
  20. Grazie mille a tutti di essere passati, per gli auguri e per i complimenti!!! Siete dei tesoriiiiiiiiiii! :)))

    RispondiElimina
  21. Credo che a 5 piati non ci potrei mai arrivare, soprattutto di fila, ma uno lo mangerei molto volentieri, devono essere buonissimi!

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 5 piatti è davvero record, ma anche 2 non ci stanno male :) i piatti della tradizione hanno sempre una marcia in più! :)

      Elimina

Related Posts with Thumbnails