martedì 30 agosto 2011

Spuma di tiramisù

Allora, ricomincio! Torno finalmente ai fornelli, finalmente al blog e al computer. 
Neanche fosse Capodanno arrivo piena di buoni propositi di cui molti riguardano anche il blog e la mia vita online: voglio riuscire a disintossicarmi! Negli ultimi mesi non ho fatto altro che stare al pc: tra lavoro e blog la mia vita ruota intorno al web e inevitabilmente io mi bradipizzo davanti ad uno schermo. Così, proposito n°1: avere una vita lontana dal computer! 
Proposito n°2: iniziare a scrivere almeno le ricette in inglese. Così i lettori spagnoli e portoghesi che spesso passano di qua potranno avere vita più facile e io magari inizio a migliorare un po' il mio triste inglese! 
Gli altri propositi non ve li elenco, ma la lista è sempre lunga :-))) 
Ah no, scusate, c'è anche un proposito n°3 da menzionare: utilizzare di più il mio amato sifone! 
Spume, panna montata, zabaione, ma perché no, anche per spume salate come avevo fatto per i risi e bisi.... il sifone è un attrezzo di cui non si può non innamorarsi! 

lunedì 1 agosto 2011

Di Ziti e ziti

Si può essere felici per un semplice pacco di pasta? La risposta è sì, si può essere felici per un semplicissimo pacco di pasta. 
Qualche settimana fa sono andata finalmente nel negozio di granaglie che ho vicino casa. Adoravo da tempo questa vecchia bottega di Milano, ma dopo 2 anni di vicinanza, ancora non ero mai riuscita ad entrare per un motivo o per un altro. 
Finalmente però ci sono entrata e grazie a questo, la mia giornata ha preso una piega diversa. Il paradiso di una foodblogger: farine di tutti i tipi, legumi nei sacchi di tante e tante qualità, pasta di qualità eccelsa come la Campofilone o la pasta di Gragnano, la fregola sarda, ecc. ecc....
Sono tornata a casa con  farine che emanavano un profumo inebriante e non potete immaginare il pane che ho portato in tavola. A detta del mio ragazzo "il migliore che avessi mai fatto". 
A casa però sono arrivata anche con un pacco di ziti, formato di pasta che amo ma che a Milano è difficile da trovare.... come anche gli schiaffoni, i fusilli lunghi (questi mi sa proprio che qui non esistono) e spesso anche le reginette. Sigh!
Sono arrivata a casa con un sorriso enorme per aver comperato un pacco di ziti di Gragnano, con un aspetto ruvido ed invitante e la parte finale dello "zito" schiacciata dal taglio. Quasi un'immagine di altri tempi! 
Quando ho aperto il pacco è venuto fuori l'odore del grano e al tatto la pasta rilasciava ancora la farina. In cottura era dura da piegare. Da cotta, rimaneva ancora il profumo del grano e anche il sapore non era da meno. 
Basta tutto questo per essere felice?
Questa pasta speciale e un ragù fatto di succulenta carne di maiale e verdure fresche dell'orto sono state più che sufficienti per cambiare la mia giornata. 

Related Posts with Thumbnails