venerdì 15 aprile 2011

Tofe ripiene di ricotta e cipolle con lardo dorato... una ricetta per Petronilla

Oggi niente ricetta qui sul blog, vi mando a trovare Petronilla
Non lo faccio mai, ma il post di oggi è particolare ed è a sostegno di qualcosa che solitamente viene disdegnato dalla nostra società.... il lardo! 
Alimento che, guardato come nemico da noi, era uno tra i cibi fondamentali per i nostri nonni e bisnonni, in tempo di guerra. 
Oltre alla ricetta, quindi,  potrete leggere qualche accenno anche al nostro passato, alla cucina di guerra e di un trucco usato per sostenere il proprio fisico. 



La ricetta presentata è semplice e sfiziosa, e nonostante queste tofe siano ripiene e gratinate al forno, non parliamo neanche di un piatto troppo pesante, considerando l'assenza di uova e burro, la possibilità di omettere il parmigiano e la presenza di un filo d'olio in totale.  
L'unico grasso aggiunto è proprio il lardo, ma....leggete bene, in piccole quantità è tutta salute per il nostro organismo! 

18 commenti:

  1. Vado a leggere di là, benchè io non lo ami tanto ....

    RispondiElimina
  2. Sono convinta che per ogni cosa la giusta misura non guasta mai! E sinceramente non mi faccio spaventare troppo dal lardo, perchè di solito se ne usa talmente poco che il risultato alla fine è “dietetico” se paragonato a ricette che richedono una valanga di burro e panna! A me queste tofe ispirano una cifra :D!
    Un baciotto, buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Sto andando in brodo di giuggiole … buonissimo piatto cara Tery, e buonissio anche il lardo, a piccole dosi è un vero toccasana, i nonni insegnano!Bacissimi

    RispondiElimina
  4. Non l'ho mai demonizzato e spesso riesce a dare quel tocco in più necessario!!Sfondi una porta aperta,un bacio cara...vado a leggere il post!!
    Questa pasta è divina!!

    RispondiElimina
  5. a me il lardo piace moltissimo. che dire di una bella fetta di pane integrale con noci, fichi secchi e prugne, e sopra una bella fetta di lardo con qualche goccia di miele di castagno? oppure come fondo insieme ad un battuto di sedano, carota e cipolla per un gustoso minestrone?
    amo i gusti semplici ed autentici.
    buon fine settimana!

    RispondiElimina
  6. Ottimo connubio tra lardo e cipolla, veramente da prvare, complimenti!!! un bacio, Olga

    RispondiElimina
  7. wow...che delizia!!!!!! belle buone e gustose...complimenti!!!!
    a presto,
    ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  8. @Tutti: Ma che bello sentirvi tutte unite pro-lardo!!!!
    Meno male che in questa società di magri ancora qualcuno ama il cibo, la tradizione e i prodotti genuini!

    @Milena: Di solito non lo faccio mai, ma questa volta mi sentivo di perorare la causa :)

    RispondiElimina
  9. complimenti, una vera delizia per il palato! bravissima! :)

    RispondiElimina
  10. io sono ghiotta di lardo...quello buono e che si scioglie in bocca è qualcosa di divino! altro che disdegnare...chi non apprezza lasci a me, porzione doppia :))

    RispondiElimina
  11. Ne immagino il sapore delizioso!!!

    RispondiElimina
  12. grazie Tery vado a vedere :-) baci

    RispondiElimina
  13. Grazie mille a tutti!!
    Come sono contenta di sertirvi tutte "lardofile" :))

    RispondiElimina
  14. lardo, amore mio!
    io dico sempre che una volta ogni tanto non ammazza nessuno e, per quella volta, è irrinunciabile!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails