giovedì 15 luglio 2010

Le lumache...che passione!

So già che molti rabbrividiranno davanti a questo post. "Oddiooooo, le lumacheeee!!"
Invece io, contro ogni pallore e faccetta contorta, le adoro!
Come potete vedere, le lumache di cui parlo non sono le tipiche "escargot", cioè le lumacone grandi grandi tipiche della Francia e del Nord Italia. Io sono sempre stata abituata alle lumachine piccole, quelle che il mio ragazzo chiama "matte". Ma quanto sono buone?
Ogni volta che la mia mamma le fa a casa, riesco a mangiarne sempre una quantità industriale! Mi metto lì, con calma, io e il mio stuzzicadenti, per tirarle fuori e piano piano il mio piatto diventa una montagna di gusci... stessa scena accade più o meno con le vongole... ehmmm!


Ingredienti (per 3 persone):
Lumache (già fatte spurgare, bollite e lavate) 500gr
2-3 pomodori pelati
cipolla
alloro
prezzemolo
peperoncino
olio abbondante
sale

Preparazione:
Tritare la cipolla e farla soffriggere con abbondante olio in una pentola capiente. Aggiungere il pomodoro, l'alloro, il prezzemolo, un peperoncino e il sale e far cuocere. Una volta pronto il sugo aggiungere le lumache ben lavate, coprire d'acqua e far cuocere finchè non rimane un sughino abbastanza denso.
Servire. Ogni commensale deve avere il suo stuzzicadenti per tirare la carne fuori dal guscio, essendo piccole non vengono tolte precedentemente come le escargot.



7 commenti:

  1. Io non rabbrividisco, le mangio anche io, ma rigorosamente non giganti e fatte da mia nonna!Baci

    RispondiElimina
  2. Tery!!!! poverine...preferisco i tuoi peperoni grigliati! ;)

    RispondiElimina
  3. A Firenze le chiamiamo "Martinacce" e si fanno tipicamente in autunno, quando le abbondanti pioggie spingono le malcapitate a proliferare e rendersi visibili.
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Tery...anche io amo tantissimo le lumache, ma l'ultima volta che le ho comprate, vive, al mercato, (tieni presente che le ho sempre cucinate), non ce l'ho fatta, quando hanno iniziato a camminare dentro il lavandino, ho preso una saggia decisione: non avrei mai più ucciso un essere vivente, non sarebbero morte per mano mia. Ho chiamato mio marito e gli ho chiesto di portarle nel cortile sotto casa pieno di alberi e piante...da quel momento,ti giuro, mi sono sentita meglio...e quel giorno nel mio blog ho messo una bellissima ricetta: "lumache...rimesse in libertà"...un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Da piccola ne mangiavo un sacco anche io, e lo stuzzicadenti è emblematico..peccato non poter mettere nella foto anche il caratteristico SWWWWWISSHHHH del risucchio ehehe!
    Poi ho smesso..perchè un giorno mia cugina mi disse che la parte finale del "frutto", che era più scura, era la cacca delle lumache...da quel giorno ho smesso :p ma non ho mai saputo se quella fosse davvero o no la cacchina della lumachina :-/
    comunque mia madre le va pari pari a te :) ma a taranto le chiamano "cuzzedh" (piccole cozze suppongo) e a lecce "cuzzedde"...quanti nomi che hanno!

    RispondiElimina
  6. il tuo blog e' proprio di ispirazione! siamo follower ora!
    se ti va passa a trovarci su
    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. @Nicol, Nanni, Cuochella: caspita quante persone a cui piacciono le lumache!!! Pensavo di essere una particella di sodio! :)

    @Cuochella: ehmmm...ebbene si, quella cosina nera lì è proprio la loro cacchina! Se riesco ad eliminarla preferisco anche io! :P

    @Blueberry, Tam tam: Avete ragione! A me sono arrivate già morte... per cui non è stato troppo traumatico, altrimenti non le avrei fatte neanche io! Non riesco neanche a comperare il pesce ancora vivo.... e se mi parlate di quanto sono carini gli animaletti, smetto di mangiare... insomma, sono una che mangia carne, ma il pensiero le fa tanta tristezza, però...catena alimentare no?

    @Tam tam: il tuo post sarà sicuramente bellissimo!! Andrò a leggerlo! :))

    @MMM: Grazie mille per essere passate!! Vengo subito a fare un giretto da voi!
    e grazie anche per i complimenti! :D

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails